Avellino: Udeur, ok a Micera. Ds, freddi con Giordano

29 Dicembre 2005

Cambio di guardia all’interno dell’Udeur. Micera è il nuovo assessore del Campanile. Il Campanile di Piazza del Popolo, compatto ha sottoscritto ieri il documento di fiducia per l’ingresso del nuovo componente dell’esecutivo Galasso. Una promozione che il fedelissimo giudittiano attendeva da circa un anno. Tutto come previsto, Sergio Trezza, Bruno Di Nardo, le new entry: Pino De Lorenzo, Vincenzo Sbrescia sono stati determinanti per il riequilibrio interno e non solo. Il partito di via De Conciliis raggiunge l’accordo dell’alleanza futura. Alzano i calici chi, compreso, mister 500 voti Sergio Trezza tanto per intenderci, sembra aver ottenuto la visibilità fino ad oggi agguantata. Per il super gettonato consigliere di Piazza del Popolo una posizione di tutto rispetto – almeno sono le voci che si rincorrono nei palazzi che contano – in un ente prestigioso: si parla di Alto Calore. I documenti della fiducia o della ‘promozione’ saranno volani di ulteriori rimescolamenti. Uno tra tutti la designazione del capogruppo udeurrino che con ogni probabilità andrà a Pino De Lorenzo, anche se in base – sembra ad intese precedenti – potrebbe essere assegnato a Bruno Di Nardo che tra l’altro non smentisce. Il documento dopo i vari tentennamenti, anche febbrili di alcuni, è stato redatto e non solo.
Esce di scena il massimo esponente all’Annona Luca Iandolo, che siederà in Consiglio comunale (questo significherà anche che entro 10 giorni il presidente del Consiglio Vetrano dovrà convocare la nuova assise per la surroga), a patto che non vi siano levate di scudi. Domani mattina al massimo dopodomani, si saprà anche la posizione di Iandolo, tra l’altro vicino alla designazione della presidenza del Palazzetto dello Sport. E’ quanto si sente dire. Un dato c’è: il documento che mette in evidenza come “il gruppo consiliare dell’Udeur che ha promosso con la propria iniziativa un utile e necessario momento di verifica politico – amministrativa nell’ambito della maggioranza del Comune di Avellino, prende atto del riconoscimento da parte di tutte le componenti della coalizione del rilievo del proprio ruolo e della serietà delle questioni poste. Alla luce dell’impegno al rapido svolgimento di una esauriente conferenza programmatica del centrosinistra, per una riflessione organica sul disegno di sviluppo complessivo della città, e della garanzia di una maggiore collegialità e all’insegna del principio della pari dignità, il gruppo consiliare Udeur – per altro rafforzato – ritiene, responsabilmente, in vista delle prossime urgenti scadenze della vita amministrativa strategiche per la città, sia necessario procedere per il momento ad un ricompattamento della maggioranza. Resta fermo l’impegno a realizzare un riequilibrio a favore della rappresentanza, che, attualmente, è sottodimensionata”. Note di inchiostro dalle quali emerge una posizione più forte del Campanile di Clemente Mastella che a febbraio avrà la collegialità e la rappresentanza richiesta. La promozione di Micera è il primo passo. Seguiranno a ‘ruota’ altre. Il Comune di Avellino con il suo sindaco hanno superato il primo scoglio. Un altro empasse potrebbe giungere dall’altolà dato dai Ds di via Carlo Del Balzo che proprio questa sera si sono riuniti in conclave – qualcuno dice – per riflettere sulla posizione dell’assessore della Quercia Giancarlo Giordano. (di Teresa Lombardo)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.