Avellino, spari contro le auto: si indaga su un bossolo

Avellino, spari contro le auto: si indaga su un bossolo

15 Novembre 2019

di Andrea Fantucchio – Procede l’indagine sugli spari esplosi a settembre contro le auto dell’ex consigliere della Lega, Damiano Genovese, e dello zio Antonio. In un decreto di sequestro, relativo a un bossolo ritrovato in una delle cinque auto danneggiate, viene menzionata un’informativa del nucleo investigativo dei carabinieri di Avellino. Un documento, che risale a novembre, relativo proprio sulla notte in cui fu danneggiata anche l’auto dell’imprenditore Sergio Galluccio. Secondo quanto emerso dagli atti di Riesame, nell’inchiesta sul Nuovo Clan Partenio, i due attentati armati sono riconducibili proprio al gruppo criminale.

Sul bossolo, sequestrato dagli investigatori, verranno eseguiti testi di laboratorio. Alla ricerca dell’arma che può averlo esploso. Si tratta di un bossolo 7,62 x 39 millimetri, calibro standard delle munizioni da guerra di produzione sovietica. Di quelle utilizzate per armare i kalashnikov e comunque armi che appartengono alla famiglia dell’AK-47.