Avellino, sfratto sospeso. Danni economici per Covid

Avellino, sfratto sospeso. Danni economici per Covid

17 Luglio 2020

di Andrea Fantucchio – Il tribunale di Avellino ha bloccato la procedura di sfratto per un negozio, rappresentato dall’avvocato Francesco Castellano, per il mancato pagamento dell’affitto. Il danno economico al commerciante non deriva da una sua inadempienza, ma è stato causato, in tutto o in parte, dall’epidemia di Covid.

Il giudice Federica Rossi ha ritenuto opportuno rifarsi a una norma contenuta nel decreto Cura Italia, l’articolo 91, che permette la sospensione dello sfratto delle attività.

L’articolo infatti spiega come il rispetto delle misure di contenimento debba sempre essere valutato ai fini dell’esclusione della responsabilità del debitore.

Riassumendo: se l’attività ha avuto dei danni per via del Covid, non può essere imputato al commerciante il mancato pagamento dell’affitto e quindi lo sfratto.

Ciò che è interessante è che la norma è stata ripresa anche dopo la fine del lockdown. Probabilmente, con la proroga dello stato di emergenza, varrà anche fino a dicembre.