Avellino, la Paganese si avvicina: Morero stringe i denti

Avellino, la Paganese si avvicina: Morero stringe i denti

11 Ottobre 2019

di Claudio De Vito. L’Avellino ha proseguito nel pomeriggio la preparazione anti-Paganese che culminerà domani mattina nella classica rifinitura della vigilia. Al chiuso del Partenio-Lombardi, Giovanni Ignoffo ha insistito sul 3-5-2 che tornerà ad essere il modulo maestro riportando la mente alla prima uscita stagionale proprio in quel di Pagani.

Il tecnico biancoverde non può fallire ancora altrimenti la società inizierebbe a riflettere seriamente sul suo conto. Su di lui l’ombra di un profilo più esperto, che potrebbe essere rappresentato da Walter Novellino o da Ezio Capuano. Sul primo la piazza è spaccata, il secondo invece è inviso alla quasi totalità della tifoseria come emerso prima. Si vedrà il da farsi all’eventuale occorrenza.

Intanto Giovanni Ignoffo sorride perché potrà sfidare la Paganese privo soltanto dello squalificato Julian Illanes. Santiago Morero infatti sembra in grado di scendere in campo dal primo minuto grazie alla gestione settimanale dei suoi problemi fisici. L’esperto difensore così continuerà a guidare la difesa questa volta scortato ai lati da Fallou Njie e Giuliano Laezza per il terzetto davanti ad Alessandro Tonti.

Per i cinque di centrocampo, pronti a diventare tre in fase di non possesso, già occupati i posti sugli esterni da Vedran Celjak e Fabiano Parisi (convocato insieme a Silvio Petrucci per l’impegno di domani mattina della Berretti contro la Sicula Leonzio) e due su tre in mezzo garantiti ad Alessandro Di Paolantonio e Matteo Rossetti. Per l’ultima maglia da titolare Simone De Marco e Marco Silvestri sono in ballottaggio: se la spuntasse il secondo, si getterebbero le basi per il minutaggio under che deve raggiungere almeno i 270 giri di lancette a gara.

Nermin Karic è recuperato ma per lui dovrebbe esserci spazio nella ripresa. Stesso discorso per Diego Albadoro che inizialmente lascerebbe il posto a Gabriel Charpentier, anche lui reduce da qualche acciacco fisico come d’altronde Luis Maria Alfageme. Si prospetta un attacco giovane e senza punti di riferimento con Claudiu Micovschi spalla del francese partendo largo a destra.