Avellino – Monito dei Cristiano Sociali: centrosinistra compatto o…

0
1

Avellino – “Indecente”: è così che i Cristiano Sociali qualificano lo “spettacolo” offerto in queste ultime settimane nella città di Avellino.
Nonostante siano da sempre tra i primi sostenitori della necessità della ricostruzione del centro sinistra irpino, su basi diverse da quelle del passato, i Cristiano Sociali sembra abbiano attualmente rivisto la propria opinione.
“Con altissimo senso civico – hanno spiegato – l’amico Gennaro Romei ha permesso, con un atto non solo coraggioso, ma addirittura eroico, di salvare la prima amministrazione Galasso. Il tutto ‘sine remuneratio’ così come abbiamo detto e ribadito più volte. Eravamo certi di essere nel giusto. Abbiamo lavorato con grande solerzia e ci siamo sobbarcati oneri che forse non ci competevano abbiamo creato anche le basi per riportare sulla retta via, ovvero quella del centro sinistra organico, anche la pecorella smarrita dell’Idv. Ci siamo sacrificati in una battaglia difficile come quella delle elezioni provinciali, dove grazie a degli errori marchiani commessi dalla dirigenza Pd, siamo stati portati al massacro, in un’orgia di strafalcioni politici di tipo Tafazziano. Abbiamo comunque lottato e siamo stati premiati, confermando Gennaro Romei in Consiglio Comunale. Siamo gli unici, che pur avendo titoli, forse ben più importanti di altri, a non avere recriminato nulla. Con spirito di sacrifico abbiamo sopportato di tutto in questo periodo, ma alla fine anche la nostra pazienza ha raggiunto il limite massimo della sopportazione.
Ci rendiamo conto delle difficoltà di Pino Galasso nel tenere in piedi una squadra che commette le stesse barbarie politiche che aveva commesso nella passata legislatura. Una compagine che ancora una volta tradisce, col proprio comportamento, il mandato conferito dagli elettori, ovvero governare. Siamo anche d’accordo che una maggiore chiarezza e una diversa sensibilità rispetto ad anime disparate e multicolori che compongono il PD, forse, avrebbe consentito un avvio diverso per questa consiliatura; ma, a questo punto, dopo quanto accaduto in Consiglio Comunale ieri, chiediamo al Sindaco e al Partito Democratico di effettuare una profonda riflessione e di porre immediatamente rimedio ad una situazione che a nostro avviso non è più sostenibile. La città non può pagare lotte interne ai partiti”.
Infine sulla vicenda del voto contrario del consigliere Luigi Urciuoli al bilancio di previsione i Cristiano Sociali chiedono al sindaco Galasso – “scavalcando i Partiti, che ci sembrano, almeno alcuni, essere in grandi ambasce” – di verificare le motivazioni di tale gesto. “Ove possibile, chiediamo al sindaco di effettuare tutti gli sforzi necessari per recuperare alla maggioranza una risorsa importante e un riferimento territoriale essenziale quale è quello di Urciuoli. Se tanto non dovesse avvenire e si continuerà nella messa in scena di questo penoso spettacolo, che nulla ha di drammatico ed ha molto di grottesco, noi Cristiani Sociali, insieme all’amico Gennaro Romei ci sentiremo di nuovo liberi da vincoli di maggioranza, avendo gli altri dissipato quanto noi, con grande operosità, eravamo riusciti a tenere in piedi e a migliorare”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here