Avellino – Lavoro nero: irregolari l’83% delle imprese controllate

0
5

Avellino – La commissione per l’emersione del lavoro nero del Cles (Comitato per il Lavoro e l’Emersione del Sommerso) ha diramato questa mattina i dati dell’ultimo trimestre del 2007 relativi ai controlli effettuati dagli organi competenti in materia ispettiva.
Nell’ultimo trimestre del 2007, gli organi ispettivi hanno effettuato complessivamente 1.461 visite in aziende, riscontrando, in 767 casi irregolarità di vario tipo, dalla mancata applicazione delle leggi in materia di sicurezza all’utilizzo di manodopera irregolare o del tutto in nero.
Emblematico il caso dei controlli effettuati dall’Inps. Su un totale di 300 visite effettuate, di cui 70 a cantieri edili, ben l’83% delle aziende è risultata essere non in regola con i dispositivi di legge.
I segretari provinciali della Fillea, della Filca e della Feneal Antonio Famiglietti, Crescenzo Fabrizio e Franco De Feo, plaudono all’azione degli organi ispettivi, dichiarando che l’azione sinergica tra le varie forze in campo va intensificata e continuata, come ingrediente necessario della ricetta per la prevenzione al fenomeno degli infortuni e delle irregolarità contributive a danno degli operai.
Purtroppo, per i segretari provinciali delle organizzazioni di categoria, il dato dell’Inps, dove le imprese edili incidono in larga misura, non è affatto incoraggiante. “L’83% è una percentuale superiore anche alla media nazionale – dichiarano – ciò indica che una condizione se non ottimale, ma almeno accettabile di sicurezza e regolarità nell’utilizzo di lavoratori, è lontana da raggiungere nelle realtà produttive irpine. Attendiamo fiduciosi i risvolti giudiziari delle indagini avviate dalle forze ispettive, auspicando che anche altri organi possano dare il loro fattivo contributo nella lotta al lavoro irregolare e per l’affermazione del diritto alla sicurezza dei lavoratori. Da parte nostra garantiremo come fatto in questi ultimi anni, il contributo necessario a rendere sempre più efficace la penetrazione nelle imprese irpine, a proporre, quotidianamente, denunce e rilievi contro quegli imprenditori che immaginano di lucrare sulla pelle dei lavoratori”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here