Avellino, l’affondo delle opposizioni: “Foti è ormai solo, si dimetta”

Avellino, l’affondo delle opposizioni: “Foti è ormai solo, si dimetta”

31 Ottobre 2015

Dopo il Consiglio comunale di ieri ad Avellino che ha visto le dimissioni da capogruppo Pd di Ida Grella, le opposizioni consiliari si sono ritrovate in mattinata, in due sedi distinte, per fare il punto della situazione.

Dapprima, al Circolo della Stampa, è toccato ai consiglieri Preziosi, Giordano, Arace, Spiezia e Palumbo stigmatizzare l’atteggiamento avuto dalla maggioranza in Aula che, preso atto delle decisioni della preside Grella, ha abbandonato l’aula facendo venir meno così il numero legale.

Dino Preziosi

Dino Preziosi

Per Dino Preziosi “… il vero dato è che questa è una maggioranza che si regge sull’indistinto, una maggioranza larghissima che però si sgretola ogni piè sospinto. Foti, dopo le dimissioni di Ida Grella ,è passato dalla terza fase alla quarta, ora è definitivamente nudo e solo”.

Ancora: “Il fatto che dopo l’intervento di Grella siano tutti scappati è vergognoso, è persino difficile trovare le parole per descrivere tanta miseria. Hanno addirittura chiesto il numero legale, una cosa indegna. Foti è ormai solo, vada a casa”.

Al Circolo ha fatto capolino anche il consigliere Pd Mario Cucciniello che, pur non essendo intervenuto, ha rilasciato un commento amaro (… in queste condizioni, sarebbe meglio tornare tutti a casa).

Presso la sede dell’UdC successivamente il consigliere Alberto Bilotta ha chiesto al partito di maggioranza in Consiglio, il Pd, di prendere subito decisioni in merito alla situazione politica in Comune.

Erano presenti tra i vari anche Pericolo e gli ex assessori Verrengia e Giordano.

Bilotta ha ribadito: “Il fondo è già stato toccato – ha detto – Le dimissioni di Ida Grella c’entrano poco: questa amministrazione sta condannando Avellino all’immobilismo”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

<