Avellino, la stagione finisce qui: il Foggia passa 1-2 in rimonta al “Partenio-Lombardi”

0
2939

L’Avellino stecca la gara più importante della stagione e viene subito eliminato nel secondo turno dei play off. A passare è il Foggia del tecnico boemo Zdnek Zeman che sbanca il “Partenio Lombardi” per 2 a 1 replicando la vittoria nell’ultima giornata della regular season.

Una delusione cocente per i tifosi che erano accorsi in massa alla gara per spingere i lupi verso il turno successivo della post season. Infatti tutti i tagliandi sono stati esauriti. Ma non è bastato: i calciatori sono usciti tra i fischi assordanti delle persone presenti.

Delusione cocente anche per la proprietà che credeva in questi play off per salvare una stagione che era cominciata male e che è finita peggio. e dire che le cose si erano messe bene per i lupi con un avvio di gara convicente che prima con Murano ha sfiorato il vantaggio. L’attaccante biancoverde però a tu per tu con l’estremo difensore foggiano ha fallito la grande occasione. Ma era il preludio al goal che è arrivato grazie ad una deviazione sotto misura  del difensore Bove che ha fatto esplodere il Partenio-Lombardi. Poi i lupi si limitano a controllare il gioco ma senza affondare i colpi e, quindi, rinunciando ad attaccare. Il primo tempo si chiude con i lupi avanti 1 a 0.

Nella ripresa l’Avellino parte deciso e Murano si mangia un goal clamoroso. L’attaccante, acquistato nel mercato di gennaio, salta il portiere e a botta sicura si fa deviare il suo tiro sul palo da un giocatore foggiano. E da qui che la partita cambia. Poco dopo cala il gelo sullo stadio di contrada Zoccolari. E’ Merola che approfitta di uno svarione di Scognamiglio e batte forte. E’ 1 a 1 e la qualificazione torna in bilico. Il Foggia continua ad attaccare e Bove combina la frittata servendo inavvertitamente Nicolao che davanti a Forte non si lascia pregare e insacca portando in vantaggio gli ospiti. A questo punto l’Avellino deve per forza segnare per passare il turno e Gautieri le tenta tutte inserendo Di Gaudio, Rizzo e Mastalli. Ma solo in due occasione i lupi si rendono pericolosi: prima con tiro di Mastalli che termina alto e poi con un colpo di testa di Rizzo che va fuori. Dopo 5 minuti di recupero la gara finisce.

Finisce qui il cammino dell’Avellino ai playoff di Serie C: il Foggia si impone per 1-2 e passa alla fase nazionale.

Articolo precedenteSuperBonus, il neonato “Centro Studi Edilizia Reale” blinda il provvedimento
Articolo successivoAvellino, l’amarezza di D’Agostino: “Calciatori non all’altezza di questa maglia”
☑ Dal 2011 ho iniziato la mia attività di libero professionista operando principalmente nel campo del visualmaking: fotografia e video. Ma già avevo maturato un'esperienza nel settore, avendo lavorato con le emittenti televisive Irpinia TV e Telenostra che mi hanno fatto da apripista in ambito professionale. ☑ Collaboro oggi con le maggiori testate della provincia di Avellino sia per service fotografici che video. Attualmente lavoro con le testate di Ciriaco, IrpiniaNews, Ottopagine e faccio da service esterno all’emittente Canale 58. ☑ La mia attività fotografica si svolge prevalentemente in ambito sportivo, soprattutto con il calcio. Ho anche un'importante expertise nell'ambito della pallavolo dove sono stato fotografo ufficiale della Sidigas Atripalda che ha vinto una coppa Italia di serie A2. ☑ Svolgo anche servizi fotografici e video da cerimonia ed in generale per eventi: principalmente battesimi, comunioni e feste. ☑ Realizzo fotografia pubblicitaria e video pubblicitari. ☑ Possiedo, infine, esperienze anche in ambito nazionale con il varo della MSC divina a Marsiglia (che ha avuto come testimonial Sofia Loren), il premio Malaparte a Capri. ☑ Sono giornalista pubblicista dal febbraio 2015