Avellino – Global Service: si passa alla stabilizzazione degli Lsu

0
9

Avellino – Fine del precariato, inizio di una nuova era lavorativa. Potrebbe esser riassunto così, a grandi linee, l’accordo raggiunto tra sigle sindacali, Comune e operatori. Nasce, tra affanni e lunghe concertazioni, la Global Service: l’azienda pubblica che gestirà i servizi comunali quali parcometri e verde pubblico. Alla conferenza stampa di illustrazione dell’intesa c’erano proprio tutti: i rappresentanti sindacali al completo, il sindaco Giuseppe Galasso, l’assessore al Personale Donato Pennetta, i dirigenti Ugo Andreotti e Francesco Tizzani.

“Dopo un percorso travagliato – ha esordito il primo cittadino – e grazie alla disponibilità dei dipendenti, dei sindacati e di questa amministrazione siamo riusciti a stabilizzare i lavoratori socialmente utili. I nuovi assunti si occuperanno del controllo dei parcometri e degli spazi verdi. Abbiamo dato una risposta concreta al precariato e alla necessità di chiudere una vicenda che ormai stava logorando ogni tipo di dialogo. In futuro, e questo è il nostro auspicio, cercheremo di inglobare altre unità”. Dettagliato e con dati alla mano, l’intervento di Donato Pennetta. “Abbiamo dato un chiaro segnale di apertura alle nuove generazioni, Lsu e lavoratori Co.co.co., gli ‘storici’, di cui tramite concorso ne assorbiremo 42 su 70. Un altro bando, rivolto agli esterni, vedrà inclusi 25 dipendenti per progressione interna. Ma ciò che conta è che 33 dipendenti più 3 invalidi saranno assunti dalla Global Service e si aggiungeranno ai 10 precedentemente contrattualizzati a tempo indeterminato. I restanti 14 saranno assimilati nell’organico man mano. Siamo soddisfatti perché, attraverso un metodo condiviso, abbiamo portato a termine una diatriba ventennale offrendo la massima qualità dei servizi contendendo le spese”. Un investimento da un milione e 100mila euro renderà possibile il tutto. “Mai al sud – continua Pennetta – si è realizzato un progetto così attento. Un modello, il nostro, preso dalla città di Piacenza e che intendiamo riprodurre nel concreto. Un esempio: il flusso derivato dai parcometri graverà direttamente sul Bilancio comunale e non sulla Global Service. Inoltre, al di sopra della soglia recuperata dai parcometri, la parte in avanzo sarà destinata ad incentivi per i lavoratori. Insomma, più si produce e maggiore sarà il profitto”. Per quanto la nomina dell’amministratore della società, il bando indetto scadrà il prossimo 6 novembre. La nomina, di durata triennale, potrebbe esserci già dal 7. Le assunzioni, invece, potrebbero verificarsi nel mese di dicembre. In questo caso, il condizionale è d’obbligo visto che, una volta smaltite le procedure, potrebbero accorciarsi di tempi d’attesa.

Plausi anche dalle sigle sindacali. Il segretario della Cisl Mario Melchionna che ha più volte rimarcato l’importanza dell’intesa raggiunta e della sinergia tra Comune, associazioni sindacali e lavoratori. “In un momento così difficile – ha affermato – i sindacati hanno mostrato coesione e senso di responsabilità. Cgil, Cisl e Uil non hanno mai perso unità d’azione e questo ci inorgoglisce. Un grazie particolare va all’amministrazione Galasso perché, dopo tante fumate nere, scioperi e incomprensioni, siamo riusciti a stabilizzare 36 operatori senza tradire le loro aspettative. Abbiamo intrapreso, senza dubbio, la strada giusta dopo decenni di precariato. In questa ottica, la Global Service è sinonimo di garanzia”. Sulla stessa lunghezza d’onda, Antonio Festa, segretario della Uil: “Il sindacato è riconoscente all’amministrazione anche in virtù della manifestazione di protesta dei lavoratori dello scorso 1 maggio proprio qui, a Piazza del Popolo, contro il precariato. Abbiamo lottato 15 mesi, ma alla fine siamo riusciti a coniugare servizi pubblici e lavoratori. Nel senso: non dobbiamo parlare di stabilizzazioni, ma di offrire alla città le migliori condizioni di sviluppo utilizzando i precari”. Anche Vincenzo Petruzziello, massimo rappresentante provinciale della Cgil, ha espresso la sua gratitudine agli attori coinvolti nel progetto Global Service. “E’ stato raggiunto un traguardo importante sia per i sindacati che per il Comune e i lavoratori. Parlare di stabilizzazione anche in riferimento alla crisi di molte industrie locali, al ricorso della cassa integrazione e in casi disperati alla chiusura di grandi stabilimenti, è un segnale di impegno che si traduce in termini di servizi alla città”. Nel caso specifico delle mansioni, i nuovi assunti dalla Global Service si occuperanno di vigilanza dei parcometri. “Saranno dei vigilini – ha concluso Pennetta – non entreranno nel merito della circolazione veicolare, ma potranno elevare anche delle multe in caso di trasgressione delle regole per quanto riguarda i parcometri”. (di Marianna Marrazzo)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here