Avellino – E’ Alessandro il primo nato del 2006

1 Gennaio 2006

Avellino – Si chiama Alessandro, pesa due chili e 900 grammi ed è nato alle 04.30 alla ‘Clinica Malzoni’. La madre Giovanna Napolitano, 31enne casalinga di Saviano, stava festeggiando con la famiglia la notte di San Silvestro quando ha avuto le doglie. Per sua scelta, come ci ha raccontato, ha deciso di recarsi ad Avellino per dare alla luce il suo secondogenito presso la Clinica del professore Carmine Malzoni. Il piccolo Alessandro è in ottimo stato di salute. “Era atteso per il 24 dicembre – ha commentato, emozionato, il padre Antonio Di Maio ma ha voluto nascere proprio a Capodanno. Una sorpresa. Un’emozione difficile da descrivere”. Accanto a mamma Giovanna e papà Antonio, il nonno Ciro Di Maio e la nonna materna Margherita Coppola che sono emozionantissimi tant’è che non hanno lasciato Alessandro neppure per un istante come pure i cuginetti Sebastiano ed Anna Pannone, che gli augurano di diventare un famoso calciatore di serie A, il fratello Ciro che compirà a febbraio sei anni e gli zii. “Nonostante sia il mio secondo figlio, ho provato una gioia che mi ha riempito il cuore”. Per mamma Giovanna il momento del parto è stato bellissimo. “Ho visto nascere quella creatura che per nove mesi mi ha tenuto compagnia in grembo. Sono felice ed auguro al mio piccolo che cresca sano e felice”. Il suo arrivo è stato festeggiato al quarto piano della ‘Clinica Malzoni’ in sala parto, con un brindisi, com’è prassi in questo caso: a mezzanotte, la bottiglia di spumante, rigorosamente italiano, era già nelle mani dell’ostetrica di turno ma, per stapparla, ha atteso il primo vagito. Il secondo bambino del 2006, invece, è venuto alla luce alle 05.45 al secondo piano della Città Ospedaliera di Contrada Amoretta: Davide Dolce, un bel maschietto di 3 chili e 850 grammi, ha rallegrato mamma Katiuscia Russo, originaria di Prata Principato Ultra, e papà Nicola Dolce di Roma. I coniugi, residenti a Palermo, erano ritornati in Irpinia per trascorrere il Capodanno con i familiari di Katiuscia: dopo il brindisi sono arrivate le doglie e la corsa in ospedale. È Marco, invece, il primo nato irpino. Un irpino ‘doc’ di 2 chili e 700 grammi nato alle 16.25 sempre presso il reparto di Ostetricia e Ginecologia della Città Ospedaliera. Nessun nato, invece, per il “Landolfi” di Solofra, per la ‘Clinica S. Rita’ di Atripalda e per il “Criscuoli” di Sant’Angelo dei Lombardi.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.