Avellino – Dopo il Consiglio, la maggioranza chiarisce a metà

16 Novembre 2005

Avellino – Dopo la fibrillazione registrata in Consiglio comunale, la maggioranza consiliare sembra aver ritrovato l’intesa. Sembrerebbero pianificate, dopo il vertice di questa mattina, le incomprensioni esistenti nella squadra amministrativa guidata dal sindaco Pino Galasso. Una verifica diretta a pianificare la situazione altalenante che in questi giorni ha caratterizzato le aule di Palazzo di Città. Dunque, per ovviare le incomprensioni dei giorni scorsi, è stata utilizzata la sempre efficace formula del dialogo aperto. La maggioranza si è confrontata su tutte le situazioni calde. A cominciare dal ‘non ci sto’ del capogruppo dello Sdi Mattia Trofa e dal malessere dell’Udeur: il Campanile, infatti, da qualche tempo sembra essere poco partecipe alla vita di Piazza del Popolo. Ma non solo. Se non entusiasta, quantomeno soddisfatto il sindaco Galasso per una intesa che da questa mattina sembra avere un orizzonte più delineato. “Si è trattato di un incontro chiarificatore – ha spiegato un primo cittadino alquanto diplomatico – ma la controprova sarà il prosieguo dell’attività amministrativa e consiliare. Esiste la ferma volontà di ‘viaggiare’ insieme, nella stessa direzione. Soprattutto in questo momento, in cui devono essere prese tempestivamente decisioni in merito ad argomenti non più rinviabili”. Diplomatico, il sindaco, in merito alla discussione sul Teatro Gesualdo, le cui decisioni non trovano unanimità di vedute. “Da tempo pensiamo ad una modifica dello Statuto per rendere partecipe anche la Provincia. Durante la discussione in seduta consiliare è venuto meno il numero legale ma i problemi della città vanno discussi, non rinviati”. Dunque un momento di intensa riflessione in cui c’è stata, a quanto pare, la presa di coscienza, da parte di tutti i partiti, di proseguire attraverso un’unione di intenti. Con la ferma speranza, espressa dal primo cittadino, che ai propositi seguano, poi, i fatti. Positivo anche il giudizio del capogruppo dell’Udeur, Nicola Micera che preferisce parlare di “… un inizio di chiarimento. Molti nodi, infatti, verranno sciolti nella seduta consiliare. Al momento, però, possiamo dire che si è aperto un procedimento che porterà a soluzioni di rilancio amministrativo”. E varie sono state anche le richieste avanzate: un maggiore coordinamento tra Consiglio e Giunta, una informativa più pregnante da parte degli assessori, un ruolo propositivo dei consiglieri… ma tutto verrà affrontato in seno alla prossima seduta e non solo. Quello di oggi, infatti, rappresenta solo l’inizio della serie di incontri volti a raggiungere il rilancio amministrativo che, al momento, rappresenta la tanto decantata unione di intenti della maggioranza Galasso.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.