Avellino – Casa a luci rosse in città: era gestita da cinesi

0
110

Avellino – Adescava i clienti attraverso inserzioni pubblicitarie su giornali locali con ammiccanti messaggi del tipo “…giovane ragazza, avvenente e sensuale offresi per massaggi”, “…cinesina dalle mani soffici e calde pronta a massaggiarti”, “…solo su appuntamento, puoi godere dei miei massaggi”. Inserzioni pubblicitarie che nascondevano dietro alla parola “massaggi” giochi erotici impensabili. Il “ritrovo del piacere” è stato, però, scoperto dagli Agenti della Squadra Mobile insospettiti dalla presenza di uomini, anche facoltosi, che si aggiravano a qualsiasi ora del giorno e della notte sotto una palazzina alle spalle di Piazza Libertà e all’indomani della denuncia esposta da un cliente ‘pentito’. Gli Agenti hanno, dunque, avviato le indagini per portare alla luce la verità… e così è stato fatto. E’ stata “smascherata” la vera attività della massaggiatrice avvenente: la donna, una 30enne cinese, esercitava il mestiere più antico del mondo in un appartamento all’ultimo piano di uno stabile nel pieno centro cittadino. Il procacciatore, degli amanti del “sesso estremo”, era un connazionale della donna di piacere, anch’egli 30enne, che è stato denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per sfruttamento della prostituzione. Secondo quanto è emerso dalle indagini, i rapporti sessuali avvenivano dietro appuntamento: tra i clienti anche professionisti e personaggi di spicco dell’hinterland avellinese e non solo. Come ha spiegato il dottor Trabunella, Capo della Squadra Mobile di Via Palatucci, è stato possibile assicurare alla Giustizia il procacciatore di piacere grazie ai sospetti anche di mogli tradite. Mentre il 30enne è stato denunciato, la donna dai facili costumi è stata raggiunta dal decreto di espulsione con l’obbligo di lasciare il Paese entro cinque giorni essendo una cittadina extracomunitaria illegalmente presente in città. L’indagine, come ha affermato lo stesso Capo della Squadra Mobile non è conclusa: ora al vaglio degli inquirenti vi è la posizione del “maitresse” che, secondo quanto è emerso fino ad oggi gestirebbe un vasto giro di prostituzione con case a luci rosse in diverse città della Campania. Non si escludono, dunque, nuovi sviluppi già nelle prossime ore.
Insomma l’Irpinia è davvero una terra di piacere… in tutti i sensi. (di Emiliana Bolino)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here