SALA STAMPA/ Moretti: “Che bello esultare sotto una curva così”

0
106

Dal Partenio-Lombardi – L’ancora di salvataggio per l’Avellino è partita dal destro di Federico Moretti ad una manciata di minuti dal termine. Evitata la beffa in rimonta per mano di una Virtus Entella sorniona riportata sulla terra dalla sassata del neo acquisto di questa finestra di mercato.

“In settimana mi sono allenato tanto, sia sui tiri che sulle punizioni” ha ammesso il centrocampista genovese che a poco a poco sta recuperando la migliore forma fisica: “Mi sento bene, rispetto alla gara di Brescia ho notato una forte differenza, ora sento di più le gambe e credo manchi poco per essere al meglio. Sarà il mister a decidere come schierarmi in futuro, sono a sua disposizione”.

La partita. “Un punto importante che fa morale – ha spiegato l’ex Latina e Vicenza – vorremmo vincere sempre ma a volte è importante anche saper non perdere. La curva? Impossibile resistere alla tentazione di andarci sotto. La spinta dei tifosi ci dà una grossa carica. Novellino? Mi ha voluto e se ho accettato Avellino l’ho fatto soprattutto perché c’è lui in panchina”.