Avellino Calcio – La Primavera cede alla Juventus ma che entusiasmo a Pratola Serra

0
134

Pratola Serra – Tutto facile per la Juventus contro l’Avellino nella quinta giornata del torneo Primavera. I bianconeri guidati dall’ex campione del mondo Fabio Grosso si sono imposti con il punteggio di 8-1 in una gara senza storia come nelle attese.

La resistenza dei lupacchiotti di Renato Cioffi è durata 12 minuti per poi sgretolarsi sotto i colpi di Bove (anticipo di testa sul calcio d’angolo del gioiellino Macek), Mosti (capolavoro balistico dalla distanza), Muratore (testa sul piazzato del solito Macek) e Zeqiri (diagonale mancino su assistenza in profondità di Leris) nel primo tempo. Eppure i biancoverdi avevano iniziato bene con il big Migliorini a guidare la difesa.

Proprio un lancio del difensore di Toscano al 2′ aveva portato Arciello al tiro deviato in corner da Loria. L’attaccante biancoverde, uno dei più pimpanti dei suoi, non ha fallito l’appuntamento con il gol invece nella ripresa replicando al pokerissimo di Leris. Per Arciello soddisfazione personale con una chirurgica conclusione dal limite che ha fulminato Loria.

Nell’ultimo quarto d’ora di gioco, la Juve si è divertita a rimpinguare il bottino ancora con Zeqiri a porta vuota e poi con Clemenza, al rientro dopo un grave infortunio al ginocchio con una perla mancina su punizione ed un penalty. 8-1 il finale ma il traboccante entusiasmo del “De Cicco” di Pratola Serra ha dato vita ad una vera e propria festa di sport con al centro i giovani biancoverdi di Cioffi. Si è giocato davanti a cinquecento spettatori.

Avellino – Juventus 1-8, il tabellino.

Marcatori: 12′ pt Bove (J), 23′ pt Mosti (J), 30′ pt Muratore (J), 41′ pt e 30′ st Zeqiri (J), 1′ st Leris (J), 9′ St Arciello (A), 38′ e 45′ rig. st Clemenza (J).

Avellino (4-3-3): Avella; Rescigno, Migliorini (1′ st Todisco), Sgambati, Dragone; Branchi, Saccavino, Bongiovanni (5′ st Miranda); Lucignano, Esposito G. (24′ pt Pizi), Arciello.

A disp.: Mazzone, Rossi, Ferraro, Esposito C., De Rosa, Bettinardi, Cozzolino, Tagliamonte, Crisci. All.: Cioffi.

Juventus (4-3-1-2): Loria; Semprini, Muratore, Andersson, Beruatto (17′ st Severin); Macek (23′ st Merio), Toure, Bove; Mosti; Zeqiri, Leris (23′ st Clemenza).

A disp.: Marricchi, Busti, Coccolo, Tamba M’Pinda, Vogliacco, Severin, Ndiaye, Caligara, Morselli, Oliveira Da Silva. All.: Grosso.

Arbitro: Giovanni Ayroldi della sezione di Molfetta. Assistenti: Domenico Lacalamita e Dario Gregorio della sezione di Bari.

Note: ammonito 4′ st Bongiovanni per gioco scorretto; 500 spettatori circa sugli spalti.