Grosso, carezza all’Avellino: “Fa bene a credere nei giovani”

0
135

Pratola Serra – In trionfo ora come allora con le dovute proporzioni con le dovute proporzioni. Fabio Grosso fa man bassa in casa dell’Avellino e raccoglie l’ovazione di tanti tifosi che non hanno dimenticato le sue gesta azzurre in quel memorabile 2006 per la Nazionale di Marcello Lippi.

La sua Juventus ha passeggiato con un Macek in cattedra ed un Clemenza ritrovato con una doppietta dopo l’infortunio. “Ottima partita da parte nostra – ha commentato nel dopogara Grosso – non è mai facile con i ragazzi riuscire ad interpretare le gare nel migliore dei modi. Noi ci siamo riusciti e torniamo a casa con ciò che avremmo voluto ottenere. Il campionato però va avanti e ci attendono tante altre sfida. Bisogna rimanere sul pezzo e i giovani vanno sempre tenuti a bada”.

“Cerchiamo di essere coerenti con lo stile della prima squadra – ha spiegato l’ex terzino del Palermo – allo stesso tempo però proviamo ad imporre il nostro gioco contro chiunque. Lo abbiamo fatto anche oggi, anche se non sempre è un compito semplice”.

Grosso si è intrattenuto a lungo con il presidente Michele Gubitosa artefice della rifondazione del settore giovanile biancoverde, apprezzandone la linea verde in ottica prima squadra. “L’Avellino fa bene a pescare nei vivai e a puntare sui giovani – ha sottolineato Grosso – è giusto dare un’opportunità ai ragazzi per la loro crescita”.