Avellino Calcio – Ostacolo Entella, obiettivo continuità

0
112

Claudio De Vito – E adesso continuità. Il pareggio di Perugia è servito all’Avellino per testare il suo stato di salute rigenerato dal cambio tattico e da una maggiore consapevolezza nei propri mezzi. Morale in rialzo verso la svolta definitiva chiamata Virtus Entella tra fatiche da smaltire e poco tempo per preparare la sfida ai liguri.

La preparazione scatterà nel pomeriggio (porte chiuse alle 15.30) e Walter Novellino dovrà fare in fretta nell’inculcare ai suoi le nozioni anti-Entella. Soltanto tre giorni a disposizione del tecnico biancoverde che la sua panchina l’ha inchiodata al suolo, al contrario di quella dei prossimi avversari saltata con l’arrivo di Alfredo Aglietti. Stimoli rinnovati dunque su sponda biancoceleste, ma quelli li ha ritrovati anche l’Avellino insieme all’autostima smarrita nei meandri del catastrofico ottobre.

Per ottenere la continuità occorre quantomeno confermare il modulo che sarà ancora una volta il 3-5-2, scelto a Perugia anche per far fronte alle assenze di Simone Rizzato e Riccardo Marchizza che, di ritorno soltanto venerdì dall’impegno con l’Italia Under 20, contro la Virtus Entella andrà al massimo in panchina. Opportunità e necessità si fondono nel varo del nuovo modulo con il solo portiere destinato a cambiare.

Sarà Luca Lezzerini a difendere i pali gerarchicamente affidati a Ionut Radu che è anche il perno della Romania Under 21 capolista del girone di qualificazione per gli Europei 2019. Per il resto non dovrebbe cambiare nulla con Soufiane Bidaoui sacrificato in nome del nuovo atteggiamento tattico almeno in partenza.