Avellino Calcio – Le ultime dal campo in vista del Perugia: Frattali ai box

0
117

Seduta tattica a porte chiuse nel pomeriggio per l’Avellino che vede oramai avvicinarsi l’impegno di Perugia contro i grifoni di Pierpaolo Bisoli disperatamente a caccia dei tre punti per alimentare le proprie chance playoff.

Nella quiete del Partenio-Lombardi, Dario Marcolin ha insistito sul 4-3-1-2 che al “Renato Curi” segnerà il ritorno all’antico, vale a dire all’era Tesser contraddistinta dall’impostazione con il rombo di centrocampo.

Il tecnico bresciano però non ha potuto contare su Pierluigi Frattali che ieri è stato fermato a scopo precauzionale dallo staff medico a causa di un risentimento muscolare al flessore della coscia sinistra. Massaggi e tecar per il portiere biancoverde che vuole esserci a tutti i costi e che con ogni probabilità sarà della partita stringendo i denti come accaduto già in occasione della partita con il Livorno dello scorso 27 febbraio.

Assente sicuro nell’undici titolare Francesco Pisano, che anche oggi si è dedicato al lavoro differenziato con il preparatore atletico Stefano Neri. Il terzino sardo, vittima anche lui di un risentimento muscolare, tornerà a disposizione per il turno infrasettimanale con il Trapani, in vista del quale Marcolin potrebbe decidere di non convocarlo per Perugia in modo da favorirne il recupero completo.

Fermi al palo Davide Gavazzi e William Jidayi, che lavorano per farsi trovare pronti per l’esterna di Vercelli del 23 aprile. Entrambi stanno accelerando i tempi del rientro con Marcolin che strapperebbe la loro disponibilità per il match del “Piola”.

Domani mattina è in programma l’allenamento di rifinitura. A seguire la partenza per l’Umbria dove Marcolin inseguirà la prima gioia della sua gestione. Il “Curi” è un vero e proprio tabù per l’Avellino che ha espugnato l’impianto perugino soltanto una volta, nella lontana annata 1993/94 di C1 con il punteggio di 2-0.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here