Avellino Calcio – Inizia il dicembre di fuoco, ma gli infortuni non aiutano Tesser

Avellino Calcio – Inizia il dicembre di fuoco, ma gli infortuni non aiutano Tesser

30 Novembre 2015

L’Avellino riprenderà ad allenarsi nel pomeriggio al Partenio-Lombardi per iniziare a preparare l’appuntamento di sabato in quel di Trapani. Porte chiuse, testa bassa ed il lavoro come unica ricetta per scacciare le nubi di una crisi tornata a fare capolino in casa biancoverde.

L’impegno con la formazione siciliana guidata in panchina da Serse Cosmi sarà il primo di sei compressi nell’arco di poco più di venti giorni. Alle porte per i lupi infatti c’è un dicembre di fuoco con ritmi forsennati fino in fondo al giro di boa. L’Avellino arriverà col fiatone alla pausa lunga di tre settimane (il campionato riprenderà il 16 gennaio con il derby contro la Salernitana) in virtù di due turni infrasettimanali: uno è quello dell’Immacolata, altro ha il sapore natalizio.

Al ritorno da Trapani, gli uomini di Tesser godranno del doppio turno casalingo ravvicinato con Pro Vercelli l’8 dicembre e Virtus Lanciano il 12 dicembre. Una settimana di regolare break temporale ed il 19 (o in anticipo il 18 dal momento che la Lega di B non si è ancora pronunciata sul terzultimo turno) la spedizione sulle sponde del Lago di Como. Martedì 22 la notturna casalinga (20:30) contro la Virtus Entella e, dopo Natale, l’ultima fatica dell’anno solare e del girone d’andata a Cesena (27 dicembre con orario da definire)

Il tour de force di dicembre non rappresenta il massimo della vita per una squadra come l’Avellino in difficoltà dal punto di vista fisico sia sul piano degli infortuni che su quello strettamente legato al calo palesato nel secondo tempo della sfida con il Perugia. Attualmente ai box ci sono Biraschi, Ligi, Mokulu, Insigne e Visconti, le cui condizioni preoccupano Tesser almeno per il mini ciclo di partite della prossima settimana.

Il tecnico biancoverde conta di raggiungere una condizione generale ottimale per la metà del mese in modo da affrontare il rush finale al massimo delle forze. Una prospettiva suffragata dai segnali provenienti dall’infermeria: Biraschi è atteso in Irpinia di ritorno dalle cure in esterna entro questo fine settimana e potrebbe anticipare i tempi del rientro; Ligi potrebbe essere pronto per il Lanciano o al massimo per il Como; Mokulu e Insigne (in attesa dei riscontri ecografici) dovrebbero averne per dieci o al massimo quindici giorni.

L’unico che dovrà rimanere fermo a lungo è Visconti, il quale rischia di rivedere il campo direttamente nel girone di ritorno per via dell’infortunio alla mano. Lo stacanovista Arini, squalificato insieme a Nica contro il Trapani, invece dedicherà questa settimana allo smaltimento delle noie muscolari agli adduttori già emerse nelle scorse settimane.

Per fortuna di Tesser, Rea e Castaldo garantiranno energie fresche da spendere già a partire dal match di Trapani. Il difensore non dovrebbe aver problemi a giocare dopo la scorsa settimana di transizione: i campi asciutti ne favoriranno il rientro. Il bomber di Giugliano è pronto senza se e senza ma e ha messo già nel mirino un posto da titolare.

 


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.