Verso il divieto di trasferta a Cittadella. Al vaglio la chiusura della Curva Sud

0
16

L’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive ha rinviato al CASMS (Comitato di Analisi per la Sicurezza delle Manifestazioni Sportive) ogni valutazione riguardante l’ordine pubblico in occasione della partita Cittadella-Avellino caratterizzata da un profilo di rischio elevato

L’organismo del Viminale, riunitosi in giornata, avrebbe dovuto decidere circa il divieto di trasferta per i tifosi biancoverdi in terra veneta, ma il tutto è stato rimesso alle valutazioni del CASMS. Nessuna decisione pertanto ma il rinvio al Comitato è comunque indicativo: vuol dire che si va verso la chiusura del settore ospiti dello stadio “Tombolato” di Cittadella.

Una decisione oramai nell’aria e che arriverebbe sulla base del rapporto della Questura di Avellino, che durante la mattinata odierna aveva già provveduto a far scattare ben otto denunce per i fatti del pre-partita di Avellino-Verona. Ma non è finita qui perché l’Osservatorio guarda oltre, ovvero al prossimo match casalingo dell’Avellino contro il Vicenza.

Che secondo l’Osservatorio è “connotato da profili di rischio anche in ragione della rivalità tra le due tifoserie e per le azione violente poste in essere dalla componente ultras della tifoseria irpina, sfociate in un’aggressione ai danni del Presidente del Hellas Verona, in occasione di Avellino – Hellas Verona dell’11 febbraio u.s.”.

In tal senso, il giudizio è sospeso in attesa di acquisire ulteriori elementi. Intanto però per questa gara l’Avellino non potrà dare il via alla vendita dei biglietti per il settore Curva Sud e ai residenti del Veneto. Il che significa che si sta valutando la chiusura del settore del tifo caldo del Partenio-Lombardi e, contestualmente, il divieto di trasferta ai sostenitori vicentini. Mercoledì prossimo la decisione.