Avellino Calcio – Castaldo ai box. Rastelli fa le prove di turnover per Brescia

Avellino Calcio – Castaldo ai box. Rastelli fa le prove di turnover per Brescia

18 Maggio 2015

L’attaccante biancoverde non si è allenato alla ripresa durante la quale Rastelli ha fornito alcune indicazioni sulle possibili scelte in vista di Brescia.

Con i play-off in tasca e poco ancora da chiedere alla regular season, l’Avellino è tornato ad allenarsi nel tardo pomeriggio al “Partenio-Lombardi”. Massimo Rastelli ha dovuto fare ancora a meno di Marco Chiosa ed Eros Schiavon, ai box da un paio di settimane. Soltanto terapie per il difensore di proprietà del Torino che fatica a smaltire l’ematoma al quadricipite destro causato da una contusione. Il centrocampista veneto, reduce da problemi alla caviglia e al collaterale della gamba destra,  invece ha svolto il riscaldamento in gruppo, salvo poi staccarsene per iniziare il lavoro differenziato.

Al “Partenio-Lombardi” si è rivisto a lavori in corso con le stampelle Mohamed Soumarè alle prese con le cure per risolvere l’edema midollare da impatto al terzo metatarso. Il talento belga, infortunatosi un mese fa a Varese, rischia di non essere pronto per i play-off.

Ma la notizia di giornata è lo stop di Luigi Castaldo, costretto a fermarsi a causa di un ematoma da stress sotto la pianta del piede destro. Nulla di grave per il bomber biancoverde che si è già sottoposto alle terapie del caso per essere il top il prossimo 26 maggio. Al di là del lieve acciacco, Rastelli aveva già in mente di farlo riposare venerdì contro il Brescia insieme ad altri compagni di squadra.

Probabile che al “Mario Rigamonti” l’attacco sia composto da Benjamin Mokulu e Gianmario Comi, entrambi schierati in tandem durante la partitella a campo e a organici ridotti. Marcello Trotta, diffidato, invece verrebbe risparmiato per comporre la coppia gol con Castaldo in occasione del turno preliminare. Rastelli inoltre ha proposto una linea difensiva a quattro con Paolo Regoli e Pietro Visconti sulle fasce ed il duo Rodrigo ElyJherson Vergara al centro. A centrocampo infine spazio a Moussa Kone e Attila Filkor, con l’ungherese che ritroverebbe una maglia da titolare a distanza di cinque mesi dopo l’emarginazione dal progetto tecnico.

Questi i nove schierati con le casacche, ma è molto probabile che il turnover sia ancora più esteso. In difesa infatti scalpitano sia Alessandro Fabbro che Luca Bittante, mentre a centrocampo, complici anche le assenze di Schiavon e Zito, Arnor Angeli si candida per un’ultima chance con la casacca biancoverde. Il belga potrebbe agire sia da regista che da trequartista, ruolo quest’ultimo che ha ricoperto durante il test in famiglia contro la Primavera della scorsa settimana. Tra i pali dovrebbe tornare Alfred Gomis, a meno che Rastelli non decida di premiare il suo fedelissimo dai tempi del Portogruaro Andrea Bavena, tornato ad allenarsi regolarmente.

 

 


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.