L’Avellino saluta Sturno. Mercato, sfuma anche Scognamillo

L’Avellino saluta Sturno. Mercato, sfuma anche Scognamillo

9 Settembre 2020

di Claudio De Vito. Ultimo allenamento a Sturno stamani per l’Avellino che saluta la sede del ritiro dopo due settimane abbondanti di permanenza. Una fase pre-campionato un po’ in sordina per i lupi di Piero Braglia costretti ad allenarsi a ranghi ridotti e dulcis in fundo colpiti dal Covid, che ha fatto irruzione al “Castagneto” condizionando gli ultimi giorni.

Questa mattina la truppa biancoverde si è ritrovata in campo per una seduta prettamente aerobica, l’ultima prima del ritorno ad Avellino dove a partire dal tardo pomeriggio è previsto il primo allenamento nel Partenio-Lombardi sanificato nel pieno rispetto del protocollo sanitario. Ancora fermo Giuliano Laezza, reduce da un piccolo intervento chirurgico.

Non si è ancora aggregato al gruppo l’ultimo arrivato Riccardo Burgio, che attende l’esito del doppio tampone per mettersi a disposizione del suo nuovo allenatore. Il jolly classe 2001 giunto in prestito dall’Atalanta si sta allenando in proprio.

Per ovvi motivi legati ai casi di Covid all’interno del gruppo squadra, che tra l’altro potrebbe rivelarsi un falso allarme, all’orizzonte non ci sono allenamenti congiunti o test, come quello contro il Moscati Team previsto alle 17 di oggi ma successivamente annullato. Ecco allora che la prima uscita potrebbe coincidere proprio con il primo impegno ufficiale della stagione in coppa contro il Renate del 23 settembre.

Tra due settimane esatte i biancoverdi saranno di scena a Meda contro la formazione nerazzurra che lo scorso anno si è posizionata al terzo posto nel girone A e con già 180′ di test contro Piacenza e Pro Patria nelle gambe. Previsti supplementari ed eventualmente calci di rigore in caso di parità al 90′. A seguire, quattro giorni dopo, è in programma l’esordio in campionato e ancora, il 30 settembre, si giocherebbe l’eventuale secondo turno di coppa contro l’Empoli. Il 4 ottobre la seconda giornata di campionato.

Insomma un possibile tour de force che mette i brividi allo stato attuale con la rosa che è un cantiere a cielo aperto e della quale non farà parte Stefano Scognamillo, destinato come Simone Corazza all’Alessandria. L’alternativa al difensore in uscita dal Trapani è Nicholas Allievi, non rientrante più nei piani della Juve Stabia.