Calciomercato Avellino, sfuma Corazza. Bomber: tutto su Castaldo

Calciomercato Avellino, sfuma Corazza. Bomber: tutto su Castaldo

4 Settembre 2020

di Claudio De Vito. Alla fine l’ha spuntata l’Alessandria nella corsa all’ingaggio di Simone Corazza, destinato a rimanere soltanto un sogno per l’Avellino. I grigi se lo sono aggiudicati con un corposo triennale in uscita dalla Reggina, che ha ceduto in Piemonte anche il laterale mancino Matteo Rubin. Nulla da fare pertanto per i biancoverdi intenzionati a non accontentare le richieste del bomber friulano almeno in questa fase del mercato.

Il direttore sportivo Salvatore Di Somma dovrà virare su un nuovo obiettivo con caratteristiche simili che risponderebbe al nome di Emanuele Santaniello del Picerno, ma in questo momento i suoi sforzi sono concentrati sul ritorno di Luigi Castaldo che si concretizzerà entro questa settimana. L’Avellino ha in mano il doppio accordo con Casertana e calciatore, che però deve raggiungere l’intesa con società rossoblu per la buonuscita. La volontà di definire i contorni dell’operazione c’è tutta da parte di tutti gli attori in scena, ma l’Avellino dovrebbe intervenire con un altro esborso per ridurre la distanza tra il bomber di Giugliano e i falchetti.

Nel frattempo si registra una ripresa del dialogo con Alessandro Di Paolantonio, seguito da diversi club di Serie B. Nessun affondo finora dalla cadetteria, il che gioca a favore del club biancoverde desideroso di fare del regista teramano il suo uomo simbolo capace di fare da trait d’union fra la rinascita in D ed un futuro di forti ambizioni targate D’Agostino.

Non si tratta però dell’unico discorso di mercato attivo in direzione Teramo perché Piero Braglia insiste per riavere a corte Domenico Mungo. Il folletto di centrocampo, capace di agire anche sulla trequarti (in Avellino-Teramo di un anno fa, Bruno Tedino lo impiegò da fantasista nel 4-3-1-2), costerebbe circa 100mila euro. Non è sul mercato e pertanto in caso di offerte non soddisfacenti resterebbe in biancorosso.