Avellino, buona la prima di Gautieri: battuta la Fidelis Andria 2 a 0

0
7457

La svolta tanto sperata è arrivata per l’Avellino. Il cambio di allenatore ha dato i suoi frutti: vittoria convincente contro la Fidelis Andria che lascia il Partenio-Lombardi a mani vuote. La squadra biancoverde ha approcciato bene la gara concedendo poco alla formazione pugliese che dopo un primo tempo terminato a reti bianche è capitolata nella ripresa con la prima rete con la maglia dei lupi di Kragl e un rigore del ritrovato Plescia sul finale di gara.

Nella sua prima gara da allenatore dei lupi Carmine Gautieri ha schierato un 3-5-2. A inizio gara Giovanni D’Agostino è sceso in campo a salutare ad uno ad uno i giocatori facendo sentire tutto il calore della proprietà. Nel primo tempo predominio territoriale da parte dei lupi che palleggiano bene con un Kanoute in ottima forma, vera spina nel fianco della retroguardia pugliese. Carriero, rigenerato dall’avvento del nuovo mister, è stato molto propositivo in fase d’attacco e generoso in fase di ripiegamento. L’Avellino si propone in avanti e conclude verso la porta prima con Aloi, con il portiere della Fidelis che para senza problemi, e poi con Kanoute che infila l’estremo difensore ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Il tempo si chiude senza nulla di fatto.

Nella ripresa l’Avellino parte all’arrembaggio e passa in vantaggio dopo appena 5 minuti. Azione sulla destra di Ciancio che crossa in area, corta respinta della difesa pugliese e dal limite Kragl gonfia la rete e fa esplodere il Partenio-Lombardi. Per il centrocampista tedesco è la prima rete in maglia biancoverde. Dopo il goal l’Avellino continua a macinare gioco e a sfiorare il raddoppio in due occasioni: prima con un colpo di testa di Plescia che viene brillantemente respinto dal portiere della squadra pugliese e poi con Kanoute che colpisce il palo su una conclusione ravvicinata. Ma il raddoppio arriva nei minuti di recupero con Plescia che si guadagna e trasforma un calcio di rigore. E’ il goal della liberazione per l’attaccante biancoverde che ha vissuto un periodo difficile da un punto di vista fisico nell’ultimo periodo.

I giocatori al triplice fischio festeggiano sotto la curva al termine di una settimana difficile che potrebbe essere ricordata come quella della svolta. ora i lupi salgono al terzo posto, complici le sconfitte di Monopoli e Virtus Francavilla, e rosicchiano tre punti al Bari, capolista. Nelle prime posizioni continua la sua striscia positiva di vittoria il Catanzaro che sembra inarrestabile. Ora la formazione biancoverde sarà impegnata martedì alle 18 a Latina per il recupero.