Avellino, AP Green si chiama fuori: “Delusi da De Cesare”

Avellino, AP Green si chiama fuori: “Delusi da De Cesare”

26 Luglio 2019

di Claudio De Vito – “Nessuna risposta da De Cesare”. E’ così che AP Green Srl, azienda di Serino che si occupa del recupero e dello smaltimento dei rifiuti, rinuncia a rilevare l’Avellino Calcio. Il 22 luglio la manifestazione d’interesse inviata sia al Gruppo Sidigas che a commissari giudiziali ed amministratore giudiziario, ma “trascorsi 4 giorni non si è avuto alcun riscontro rispetto alla volontà di cedere il 100% delle quote”.

L’acquirente ha inoltre aggiunto di ritenere “decorsi i termini utili per poter procedere ad un eventuale trasferimento delle quote e, quindi, di conseguenza i termini utili per poter adempiere a tutti gli obblighi federali (termine perentorio 31.07.2019).

Poi la stilettata a Gianandrea De Cesare, dimissionario dalla carica di amministratore delegato: “A prescindere da qualsiasi prassi commerciale, un riscontro di cortesia rappresentava quantomeno buona norma di educazione e rispetto tra colleghi imprenditori”. Dunque AP Green esce dal novero dei possibili nuovi proprietari del club biancoverde.

In questo momento, tra l’altro, l’attuale proprietà non pare intenzionata a cedere come avrebbe rivelato lo stesso De Cesare ai tifosi della Curva Sud che ieri si sono recati a Napoli per ricevere chiarezza dal patron. E inoltre al momento la cessione del club è bloccata: i termini per la procedura di competitività saranno aperti all’inizio della prossima settimana, presumibilmente martedì.