Autostazione Avellino, Ciampi (M5S): “Dopo 40 anni: scusate il ritardo, buon viaggio mister Acconcia”

0
1148

“Ci vuole un fisico bestiale per dire le cose che ha detto oggi Acconcia sulla nuova autostazione aperta dopo 36 anni dalla posa della prima pietra e 40 anni dalla progettazione. E dopo una spesa di 26 milioni di fondi pubblici. Scusate il ritardo.
È più facile dire dove si può andare partendo da via Pini, sede di questa struttura, per quanto è lungo l’elenco dei centri irraggiungibili dall’autostazione”. A scriverlo è il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Vincenzo Ciampi.

“Come si possa esultare per un risultato tanto misero risulta un mistero – prosegue -. I pullman per Napoli continuano a partire dallo stadio. Quelli per Salerno da piazzetta Santa Rita. Poi ci sono le fermate in pieno centro dei bus extraurbani, mentre non è pervenuta la data di partenza dei bus per Roma. Inutile dire che questo accade nell’unico capoluogo della Campania senza collegamenti ferroviari. L’autostazione allo stato è priva di un bar, non potrà ospitare al suo interno tutti i bus che dovrebbero stazionarvi. E non si sa bene dove saranno collocati tutti gli altri in una zona della città che non ha spazi già adeguati allo scopo. Inutile dire che in queste condizioni – con l’autostazione a Ovest e la ferrovia a Est – un progetto di trasporto intermodale ferro gomma è impensabile. Alla faccia delle politiche sul trasporto locale”.

“Ci vuole un fisico bestiale sarebbe l’altra frase di Luca Carboni da mettere accanto a quella sul “Buon viaggio” di Cesare Cremonini che ho visto oggi sui muri dell’autostazione. I due incolpevoli musicisti descrivono il livello a cui siamo ridotti. Tutta fuffa. Buon viaggio a Lei Mister Acconcia”, conclude Ciampi.