Atripalda – Mostra del presepe: una tradizione che si rinnova

26 Dicembre 2005

Atripalda – Non c’è Natale senza presepe. Simbolo della cristianità e della tradizione, la natività creata per la prima volta da San Francesco d’Assisi, sarà la protagonista di una mostra allestita nelle sale della Dogana dei Grani. Giunta alla quarta edizione, l’esposizione promossa dall’Assessorato alla Cultura e curata dai maestri Enzo Angiuoni ed Andrea Montuori resterà aperta al pubblico fino all’8 gennaio. La rassegna, una vera e propria chicca, raccoglierà presepi provenienti da tutta Italia e realizzati con le più disparate tecniche. Spazio all’arte contemporanea, con la natività rappresentata attraverso piatti in ceramica, ma anche alla tradizione, con la grotta e la città di Betlemme realizzati in legno, cartapesta, muschio, sughero e compensato. ‘Il presepe, memoria e contemporaneità’ è il titolo che racchiude il senso dell’iniziativa, che vede anche il patrocinio dalla Provincia di Avellino. Tra i presepisti, accanto ai consolidati Angiuoni e Montuori, emergono anche Famoso e Troisi. In Dogana è già giunta una nutrita parte delle opere in esposizione. Si prevede l’arrivo di altre raccolte entro la chiusura della mostra. Tra gli artisti in vetrina ci sono: Alfredo Mazzotta di Milano, Antonio Aeri di Brindisi, un corposo gruppo di Ascoli Piceno, Generoso Vella di Avellino e tanti altri che animeranno uno dei pochissimi eventi natalizi firmati direttamente dal Comune. La mostra che naturalmente prevede l’ingresso gratuito, merita senza dubbio un plauso per l’impeccabile organizzazione. “Rispetto allo scorso anno – afferma Angiuoni – bisogna registrare un po’ di ritardo nei preparativi. Sono sicuro che la mostra sarà più che dignitosa e riscuoterà un meritato successo di critica e visitatori. La Dogana dei Grani è il luogo ideale deputato a questo tipo di esposizioni. Spero che la cittadinanza sappia accogliere questo importante invito alla riscoperta dei simboli di tutti i cristiani”.
 


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.