Atripalda – L’assessore Tuccia: “Sono e resterò diessino”

30 Dicembre 2005

Atripalda – “Non ho mai pensato di lasciare il partito”. Laconico l’assessore diessino, Luigi Tuccia, che pone, così, fine alle indiscrezioni secondo le quali era in procinto di lasciare la Quercia per passare tra le fila della Margherita. Lo scontro avuto in casa Ds a causa del progetto di riqualificazione di via Roma, presunto pomo della discordia, è stato, a sentire l’esponente della Giunta Rega, un normale punto di discussione alla base di un civile confronto politico. E ancora. Per sgombrare definitivamente il campo da dubbi, precisa con autentico orgoglio: “Sono stato uno dei fondatori del partito ad Atripalda e non ho nessuna intenzione di andarmene. Le voci che davano per imminente un mio passaggio alla Margherita sono prive di fondamento. Sono nato diessino e resterò diessino”. Più chiaro di così… E sul fronte ‘crisi’, la maggioranza rimanda il chiarimento a dopo le feste. Chi pensava che la riunione di Giunta, prevista per questa mattina, potesse essere il primo passo verso la riconciliazione, si è sbagliato di grosso. L’incontro è servito solo ad approvare una serie di delibere. Non certo a placare gli animi. “Avremo un confronto chiarificatore subito dopo le feste – puntualizza il sindaco Rega – Inoltre, gli assessori dei Ds erano presenti come sempre” (tranne Tuccia, assente giustificato per motivi di lavoro, ndr). Che il 2006 porti consiglio? (di Marianna Morante)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.