Assoservizi, Comune precisa: “Validi solo gli avvisi notificati prima del 16 marzo”

Assoservizi, Comune precisa: “Validi solo gli avvisi notificati prima del 16 marzo”

14 Maggio 2015

Sulla questione Assoservizi, anche alla luce di quanto emerso ieri in sede di Consiglio Comunale a Palazzo di Città ad Avellino, si registra una nuova nota del Comune che vi riportiamo integralmente:

L’Amministrazione Comunale, a seguito del dibattito del Consiglio Comunale di ieri, ribadisce ai contribuenti l’esistenza di una procedimento di revoca/annullamento delle deliberazioni di Giunta Comunale n.83 del 13.03.2014, n.90 del 21.03.2014 e n.187 del 13.06.2014 aventi ad oggetto l’affidamento delle attività di accertamento e riscossione dei tributi locali IMU, ICI e TARES/TARSU alla società Assoservizi srl.

La società è stata diffidata dal proseguire tutte le attività di accertamento, liquidazione, riscossione e recupero coattivo dei tributi comunali che a partire dal 16 marzo 2015, data di notifica della prima diffida alla Assoservizi srl, pubblicata sul sito istituzionale dell’Ente, non possono intendersi effettuate in nome e per conto del Comune di Avellino.

I contribuenti che hanno ricevuto avvisi di accertamento o ingiunzioni di pagamento relativi ai tributi IMU, ICI e TARES/TARSU, successivi alla data del 16 marzo 2015, da parte della Assoservizi srl per conto dell’Ente, sono invitati a sospendere il pagamento degli avvisi notificati in attesa della conclusione del procedimento di revoca/annullamento dell’affidamento alla Assoservizi e di comunicazione ufficiale da parte dell’Amministrazione Comunale.

Diversamente, gli avvisi di accertamento notificati in data anteriore al 16 marzo u.s. restano validi e legittimi.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.