Assemblea congiunta Camera-Senato con Conte: l’intervento del deputato Maraia

Assemblea congiunta Camera-Senato con Conte: l’intervento del deputato Maraia

22 Luglio 2021

Si riporta comunicato dell’onorevole Generoso Maraia (M5s) sul suo intervento all’assemblea congiunta Camera-Senato M5S alla presenza di Giuseppe Conte, tenutasi martedì sera.

Martedi sera, all’assemblea congiunta dei gruppi parlamentari di Camera e Senato cui era presente anche il Presidente Conte, sono intervenuto per ribadire che parte integrante e fondamentale del nostro compito oggi è difendere tutte le importanti riforme che abbiamo porta a termine in questi anni di governo. Tra le quali: il Rdc, lo spazzacorrotti e la difesa dell’ambiente, con particolare riguardo ai provvedimenti adottati dall’ex ministro Costa e più in generale alla sua capacità di creare consapevolezza nell’opinione pubblica, nonché all’importante risultato di bloccare la produzione e l’utilizzo di plastica monouso, che abbiamo approvato in Parlamento.

Ho espresso il mio convincimento che il M5S debba parlare sempre di più di ambiente: siamo reduci da una lunga maratona sul “DL semplificazioni”, dove abbiamo apportato numerosi correttivi, come ad  esempio il tema delle licenze obbligatorie sui vaccini posto dall’emendamento della collega Grillo, quello sul deposito cauzionale del collega Penna, quello sulla centralità del Parlamento del collega Zolezzi, quello sui terreni agricoli del collega Vianello ed i miei sulla bonifica in danno, sulla VIA e sulle prerogative della Commissione VIA/VAS e sulla Conferenza dei Servizi, nonché quelli sugli impianti eolici e sul dibatti pubblico. Tali importanti risultati non ci fanno essere pienamente soddisfatti, difatti vi sono dei punti che non siamo riusciti a migliorare: come la tutela del paesaggio, rimasto punto critico, perché nel “DL semplificazioni” si va ad annullare ogni valutazione paesaggistica; rimane la possibilità di bruciare rifiuti ed anche l’eolico selvaggio resta un problema irrisolto. Ho affermato come abbiamo bisogno di un continuo dialogo con il Presidente Conte e di avere un confronto tra base, portavoce eletti e lo stesso Conte: questa è una vera struttura che può giovare sia alla nostra azione in Parlamento, che all’intera collettività. Fare politica non può prescindere dalla naturale  dialettica intesa come confronto con le controparti e con i cittadini per cercare una sintesi, ma vuol dire anche capacità di creare un opinione pubblica consapevole. Ho infine elogiato il lavoro fatto in questi 3 anni dall’intero gruppo parlamentare del M5S e ho invitato tutti a proseguire questo cammino che, come ha più volte detto il nostro Beppe Grillo, sarà molto lungo per ottenere le riforme a noi care e, allo stesso tempo, difendere quelle già fatte.