Armi ed eserciti, record storico per le spese militari nel mondo

0
9

Nuovo allarmante record storico delle spese militari mondiali cresciute dell’1,1 per cento nel 2017. Si tratta, secondo l’ultimo rapporto Sipri (Istituto internazionale di Stoccolma per le ricerche sulla pace), di ben 1739 miliardi di dollari.

I maggiori esportatori sono Stati Uniti, Russia, Cina, Francia e Germania i  quali concentrano da soli il 74% del volume totale delle esportazioni di armi.

Dal 2012 al 2016 le importazioni di armi da parte degli Stati medio orientali sono aumentate dell’86% e rappresentano il 29% delle importazioni mondiali.

L’Arabia Saudita che è il secondo importatore mondiale di armi ha registrato un aumento del 212%, il Qatar del 245%. Il Paese che, in assoluto, ha importato più armi è stata l’India: + 13% dell’import totale.

Le sue importazioni sono aumentate del 43% rispetto al quinquennio precedente. E’ sensibilmente diminuito l’import (-36%) degli stati europei.

In particolare all’Italia al 12esimo posto (in discesa di una posizione) con 29,2 miliardi.

In Africa, il maggiore acquirente di armi è l’Algeria (46% delle importazioni nella regione), seguita da Nigeria, Sudan ed Etiopia. Nelle Americhe il Messico ha aumentato le importazioni del 184%, mentre in Sudamerica sono diminuite del 18%.

Per quanto riguarda invece l’export, gli Stati Uniti restano al primo posto, con un aumento del 21% rispetto al quinquennio 2007-2011. Circa la metà del loro export è destinata al Medio Oriente. La Russia rappresenta, invece, il 23% delle esportazioni mondiali, destinate per il 70% a India, Vietnam, Cina e Algeria.

(fonte La Repubblica)