Ariano, in manette una procacciatrice rumena 26enne

10 Gennaio 2006

Ariano Irpino – Ancora una svolta nell’operazione “Dal tramonto all’alba” dei Carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino. Gli uomini del Capitano Gianluca Piasentin hanno tratto in arresto una 26enne cittadina extracomunitaria di nazionalità rumena. Per gli inquirenti l’avvenente giovane dell’Est sarebbe coinvolta nell’associazione criminale finalizzata all’induzione alla prostituzione, capeggiata dai gestori dei night club ‘Il Flamengo’ in Contrada Ponnola ed il ‘Country Pub’ in Contrada Trave (locali che a conclusione dell’operazione ‘Dal tramonto all’alba’ sono stati sottoposti a sequestro quali luoghi in cui venivano consumati i reati). Secondo quanto sarebbe emerso dalle indagini, Violetta era specializzata nei contatti con le ‘donne del piacere’: aveva, insomma, il ruolo di adescatrice ed è stato solo per un caso se è riuscita a sfuggire al blitz del 28 novembre scorso insieme a Marcela Juliana Ton, la 24enne rumena tratta in arresto il 6 dicembre 2005. Dopo l’espletamento delle procedure di rito, Violetta è stata associata al Carcere di Ariano accusata di associazione per delinquere specializzata nel favoreggiamento, permanenza ed ingresso in Italia di cittadine extracomunitarie prive di regolare permesso di soggiorno. A dare il ‘là’ all’indagine, ricordiamo, è stata la presenza numerosa di avvenenti donne, tutte straniere, sul Tricolle. Giovanissime ed ammiccanti ragazze dell’Est che nel corso dei controlli, posti in essere contro l’immigrazione clandestina, sono sempre riuscite a sfuggire alla Giustizia grazie ai loro passaporti con tanto di visto turistico. (di Emiliana Bolino)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.