Ariano – In città tornano i cumuli di rifiuti, nell’indifferenza

0
12

Ariano Irpino – Sospesa nuovamente la raccolta dei rifiuti nel centro città. In alcune zone l’immondizia è abbancata da alcuni giorni, con i cumuli che stanno raggiungendo i livelli registrati a giugno, prima della riapertura della discarica di Difesa Grande. L’immagine è stata staccata ieri, in corso Vittorio Emanuele, nei pressi dell’ospedale. Ma in località Cardito la situazione è analoga, come in altre vie del centro. In via Parzanese, a pochi passi da piazza Plebiscito e dalla cattedrale, sono spuntati numerosi cartoni, scarpe dismesse, giocattoli usati ed altri oggetti, che riducono sensibilmente anche gli spazi adibiti a parcheggio davanti alla struttura che ospita il mercato coperto. Stupisce il fatto che, dopo il disimpegno di Guido Bertolaso, il problema dei rifiuti sembra essere finito in archivio; è come se, d’incanto, tutto funzionasse alla perfezione. Il sito di Macchia Soprana sta reggendo a fatica e non sembra siano stati avviati i lavori per realizzare le discariche nei luoghi indicati dalla recente legge; anche sul sito di Ischia, nel comune di Savignano Irpino, dopo la decisa iniziativa del governatore della Puglia, Nichi Vendola, sembra essere calato un velo di mistero. I cdr, che quaranta giorni or sono sembrava dovessero scoppiare, oggi lavorano senza segnalare ritardi, difficoltà o disagi di qualsiasi natura: almeno nessuno li comunica. Ed è curioso che la città di Ariano Irpino, dopo aver sopportato ripetutamente scelte penalizzanti, in qualche caso condivise, a pochi giorni dall’inizio delle tradizionali manifestazioni estive, si ritrovi nuovamente sommersa dai rifiuti. E nessuno che abbia almeno la decenza di spiegare il motivo per il quale sia stato ancora una volta sospeso un servizio pubblico di primaria necessità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here