Aree sosta, tregua tra Comune e parcheggiatori in attesa del nuovo bando

0
7

Comune e parcheggiatori hanno trovato una soluzione momentanea, in attesa che l’amministrazione decida di sciogliere le riserve sul futuro bando per la gestione delle aree chiuse. Questa mattina si è tenuto un confronto tra il sindaco Paolo Foti e una delegazione di parcheggiatori, guidata dal presidente della coop City Service, Antonio Forte.

La vicenda riguarda le aree chiuse, ma soprattutto i parcometri entrati in funzione ieri. Alla fine è venuta fuori una soluzione che accontenta le parti temporaneamente. Foti avrebbe chiesto ai parcheggiatori di iscriversi presso i servizi sociali del Comune per poi essere impiegati nella vigilanza e manutenzione delle aree chiuse, gestite da ieri tramite parchimetri. Il tutto finchè non verrà indetta una nuova gara per l’affidamento della gestione, cosa che dovrebbe avvenire entro 20 giorni, come ha garantito il sindaco Foti.

Ancora da chiarire, però, come e quanto verranno pagati i parcheggiatori che vorranno aderire a questa proposta, ma molto dipenderà dal numero effettivo di coloro che accetteranno la mansione temporanea. Intanto c’è molto attesa anche per il nuovo bando che sarà rivolto sempre alle cooperative sociali di tipo B, così come prevede un delibera di consiglio comunale del 1997, mai superata. La questione, però, riguarda l’aspetto economico perché, il precedente bando, venne definito anti-economico dalle coop che fino allo scorso anno hanno gestito le aree. Il compenso annuo proposto dal Comune, infatti, non avrebbe coperto i costi a carico di chi avrebbe vinto il bando: personale, abbigliamento, contributi, fideiussioni assicurative. Aspetto questo ribadito a Foti chiedendogli di rivedere il compenso che verrà proposto nel bando.