Anno giudiziario – Mancino: “C’è bisogno di una riforma condivisa”

0
2

La giustizia è un settore che “esige, dopo la stagione delle polemiche, una praticabile riforma condivisa”. E’ quanto sottolinea il vice-presidente del Csm Nicola Mancino, rivolgendosi al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e al ministro della Giustizia Angelino Alfano nel suo intervento per l’inaugurazione dell’anno giudiziario in Cassazione. “Quella che stiamo vivendo – ha detto Mancino rivolgendo a Napolitano – e’ una fase interessante per affrontare le riforme necessarie nel settore giustizia, come Lei, con grande equilibrio e riconosciuto senso delle istituzioni, puntalmente sottolinea auspicando capacita’ di ascolto e di dialogo fra le forze politiche e la magistratura”. Il Csm, aggiunge Mancino “e’ pronto a fare la sua parte, a dare il suo contributo, convinto che il corretto puntuale funzionamento della macchina giudiziaria richiede intese capaci di innovazione profonde ma durature”. Al guardasigilli, poi, Mancino rivolge “un indirizzo di saluto che accompagno con l’augurio di portare a compimento un lavoro di primaria importanza”. Il vice-presidente del Csm ricorda come l’organo di autogoverno della magistratura, in particolare la VI commissione, “ha espresso molti pareri al ministro su disegni di leggi trasmessi alle Camere. Condivido la necessita’ e i pareri vadano indirizzati al ministro perche’ ne possa tener conto nel rapporto Governo-Parlamento in tempo utile perche’ non appaiano interferire nell’attivita’ legislativa delle Camere”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here