Andamento mercato immobiliare ad Avellino e provincia, tutti i dati

Andamento mercato immobiliare ad Avellino e provincia, tutti i dati

2 Dicembre 2015

Il mercato immobiliare in Campania continua a crescere nel primo semestre del 2015, registrando un aumento degli scambi di oltre il 4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Registrate più di 13mila (13557) compravendite nel territorio regionale, di cui più della metà a Napoli e provincia.

Il dato evidenzia una ripresa generalizzata del mercato residenziale in tutte le province della regione, in particolare in quella di Salerno.

Questi dati, calcolati sulla base delle quote di proprietà di unità immobiliari oggetto della transazione (NTN – numero di transazioni normalizzate), sono riportati nello studio pubblicato dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate.

FOCUS SU AVELLINO CITTA’ E PROVINCIA – La provincia di Avellino registra un incremento del 2,5% delle compravendite nel I semestre del 2015, contribuendo positivamente all’andamento crescente del dato regionale.

Tuttavia l’aumento rilevato è stato determinato da variazioni discordanti del capoluogo rispetto alle relativa provincia.

Se ad Avellino città, infatti, il dato è del -3,6% (sempre in riferimento al primo semestre 2014), la parte restante dei Comuni d’Irpinia mostra un più che incoraggiante +3,6%.
tabella-1

La quotazione media regionale rilevata nel I semestre 2015 in provincia di Avellino è di 787 euro al metro quadro, con un leggero calo dell’1,4% rispetto alla quotazione media del semestre precedente.

La riduzione più significativa si riscontra nei Comuni della provincia irpina (-1,6%) mentre resta quasi invariata la quotazione degli immobili ad Avellino città (-0,6%), ovvero 1.381 euro al metro quadro.

tabella-2

IN CAMPANIA – La provincia di Napoli costituisce da sola oltre la metà degli scambi residenziali nel periodo di riferimento (51,56%), seguita dalla provincia di Salerno che si attesta al 21%.

La compravendita di abitazioni a Napoli e nei comuni della provincia nel primo semestre 2015 è aumentata del 3,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. I trasferimenti di unità immobiliari a destinazione abitativa sono stati 6.990, di cui 2.764 (+2%) nella città di Napoli e 4.226 (+4,9%) in provincia.

Ad eccezione del Giuglianese e del Nolano, si rilevano dati positivi per tutte le macroaree della Provincia di Napoli, in particolare Penisola Sorrentina (+16,2%) e Vesuviana Interna (+12,8%), segnale di una ripresa diffusa delle compravendite. In valore assoluto la città partenopea ha rappresentato quasi il 40% delle compravendite totali nel mercato provinciale.

Nel salernitano il 2015 è iniziato con un incremento generalizzato delle compravendite (+6,1%), riportando il dato più alto nel panorama regionale. In particolare, le compravendite di unità immobiliari a destinazione abitativa sono state 2.849, di cui 2.348 nella provincia di Salerno.

Gli aumenti percentuali più significativi di compravendite NTN rispetto al primo semestre 2014 si registrano nelle macroaree Cilento interno (+34,8%), Vallo di Diano (+25%) e Salerno capoluogo (+12%). Le transazioni sono in flessione nelle macroaree più interne della provincia e nella Valle dell’Irno.

Le province di Benevento e Caserta registrano rispettivamente un incremento del 3,2% e 3,5% delle compravendite nel I semestre del 2015, contribuendo positivamente all’andamento crescente del dato regionale.

Tuttavia l’aumento rilevato è stato determinato da variazioni discordanti dei capoluoghi rispetto alle relative province. Caserta città ha mostrato delle contrazioni del mercato, così come i comuni del beneventano. Al contrario il capoluogo sannita ha fatto registrare un +36,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

 


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.