Alto Calore Servizi, inaugurato il Presepe nella Grotta della Sorgente

Alto Calore Servizi, inaugurato il Presepe nella Grotta della Sorgente

22 Dicembre 2015

Si è svolta questa mattina la cerimonia di inaugurazione del presepe organizzato da Alto Calore Servizi, allestito presso la sorgente in località Acqua del Pero di Capocastello a Mercogliano.

A 600 metri sul livello del mare in un incantevole scenario paesaggistico, in uno dei borghi più belli d’Italia, Alto Calore colloca ogni anno, tra le cavità naturali della grotta, i pastori realizzati da maestri di San Gregorio Armeno.

Alla cerimonia di questa mattina erano presenti don Vitaliano della Sala, il presidente di Alto Calore Servizi, Raffaello De Stefano e l’assessore Dello Russo, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale di Mercogliano.

Dopo la benedizione Don Vitaliano Della Sala ha sottolineato l’importanza del significato della rappresentazione della nascita in una grotta che custodisce la sorgente.

“L’Acqua- ha detto don Vitaliano- è il simbolo della vita ed è bello far capire a tutti che l’acqua va tutelata, non sprecata: tante gocce si mettono insieme fino a diventare indistinguibili e rivelandosi preziose per la vita di ogni uomo”.

Il Presidente di ACS De Stefano ha sottolineato l’importanza strategica del territorio irpino che ha bisogno di riappropriarsi di un patrimonio, attraverso la conoscenza delle risorse presenti e, soprattutto, sviluppando una cultura della difesa del territorio e dell’acqua di cui è ricca l’Irpinia.

“Abbiamo fatto grandi sacrifici, come Alto Calore Servizi, per contenere negli ultimi tempi le spese e i costi di gestione. Lo abbiamo fatto per gli utenti e per tutti i dipendenti affinché si potesse recuperare il patrimonio culturale custodito in circa 80 lunghi anni che fanno di ACS un punto di riferimento nel settore della gestione idrica: L’Irpinia e il Sannio meritano maggiore attenzione per tutte le risorse presenti sul territorio e per il patrimonio che costituisce un potenziale fattore di crescita e di sviluppo. Agli sprechi del passato, oggi si risponde con impegno promuovendo un bene essenziale tutelato anche grazie allo sforzo contenuto nella legge regionale, recentemente approvata, sul riordino del Servizio idrico integrato in Campania”.

Dopo l’inaugurazione il Presidente De Stefano si è recato ad Avellino, presso la sede di Corso Europa, dove ha incontrato i dipendenti di ACS per lo scambio di auguri in vista del Santo Natale.

Ai dipendenti De Stefano ha annunciato che la “cura” per il risanamento proseguirà anche per l’anno 2016, con il contenimento delle spese e con una programmazione economica che dovrà segnare un ulteriore sviluppo attraverso nuovi progetti e finanziamenti. “Si chiude un anno- ha affermato il Presidente- che ha fatto registrare, a fronte delle difficoltà, come nei casi di carenza idrica per l’inquinamento del campo pozzi a Montoro e per i lunghi periodi di siccità, la tempestiva azione risolutiva grazie alle maestranze di Alto Calore Servizi, impegnate anche di recente nel risolvere brillantemente l’emergenza alluvionale che ha colpito il territorio e la popolazione del Sannio”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.