All’Istituto Superiore Fermi arrivano i civic training days dell’Anci

0
1151

L’Istituto Superiore Enrico Fermi di Vallata, Sturno e Bisaccia è stato selezionato per ospitere i “civic training days” dell’ANCI Campania. Giovedì 2 dicembre 2021 gli studenti prenderanno parte ad una lezione sulla cittadinanza attiva a cura di Giuseppe Perrina, membro del forum dei giovani di Ariano Irpino e già componente del forum regionale dei giovani.

Da quasi un decennio l’ANCI Campania promuove una scuola di formazione rivolta ai giovani amministratori campani under 35 (sindaci, assessori, consiglieri e membri dei forum dei giovani) sui temi più attuali della pubblica amministrazione mediante la partecipazione di speaker di alto profilo provenienti da tutta Italia, dal mondo dell’università, delle istituzioni e dell’impresa.

«Questi incontri di disseminazione» – ci spiega la dirigente scolastica Silvana Rita Solimine – «sono volti a diffondere nelle giovani generazioni una visione positiva dell’impegno nell’amministrazione della cosa pubblica e il bisogno di un sano rapporto tra cittadino ed istituzioni. Il nostro Istituto a sostiene e supporta iniziative come questa, volte a rafforzare le competenze di cittadinanza attiva presenti nell’ambito dei percorsi de educazione civica».
L’edizione di quest’anno intitolata alla memoria di Maurizio Valenzi – fondatore e primo presidente dell’ANCI Campania prevede, ad opera dei corsisti, degli incontri di sensibilizzazione nelle scuole superiori sul tema della partecipazione attiva e pro-attiva alla vita sociale e politica della loro comunità.

«Negli ultimi anni» – ci dice il relatore Giuseppe Perrina – «l’indifferenza, o peggio ancora, la disaffezione ed il distacco, di tanti giovanissimi nei confronti della politica sono cresciuti. La parola politica è divenuta ormai un’espressione semi-gergale usata quasi sempre per incolpare genericamente qualcosa (o qualcuno) dell’incapacità amministrativa, dell’incertezza degli scenari futuri e dei bisogni inascoltati. Al di là dell’inappropriata semantica ciò che rattrista maggiormente è quanto questo fenomeno di spersonalizzazione dell’impegno politico possa scoraggiare il potenziale dei più giovani verso la partecipazione attiva alla vita politica e quanto possa sgretolare la credibilità dell’intera classe amministrativa, oscurando il lavoro di quanti sono quotidianamente impegnati per mantenere vivo e sano il tessuto sociale delle loro comunità locali. Nell’ambito dei civic training days ai ragazzi dell’I.I.S. Fermi racconterò i traguardi raggiunti, le iniziative riuscite e anche le difficoltà incontrate durante sei anni di attivismo civico nel forum dei giovani di Ariano, l’organismo di rappresentanza giovanile del consiglio comunale cittadino».