Allegretti: “Dobbiamo giocare tutte le partite come fossero finali”

22 Novembre 2005

L’Irpinia del pallone si aspettava molto di più da lui. Era l’acquisto più atteso, colui che doveva prendere per mano la squadra: Riccardo Allegretti, 28enne regista ex Modena e Como, fino a questo momento non è riuscito a dimostrare tutto il suo valore. Il regista milanese, almeno per ora, non ha onorato come può quella maglia numero dieci che è stata di campioni del calibro di Maradona e Baggio. Non riuscendo ancora a vestire i panni del leader e a divenire il direttore dell’orchestra biancoverde. Il centrocampista lombardo non fa polemica per lo scarso impiego di quest’ultimo periodo: “Sono a disposizione del mister, quello che volevo chiarire con lui l’ho chiarito. Con Colomba non c’è nessun problema. Gli ho chiesto soltanto di essere schierato nel miro ruolo. Soprattutto, perché ho visto che sulla fascia non riuscivo a dare il mio contributo”.
Viste le numerose assenze, sabato per te potrebbe esserci nuovamente una maglia da titolare: “Dipende dall’allenatore. Ripeto, io sono a sua completa disposizione se vorrà farmi giocare sono pronto”.
Secondo te cos’è che non va in questo momento. Tutti questi risultati negativi a cosa sono dovuti?

“Non lo so. Posso solo affermare che dobbiamo continuare a lavorare ed ascoltare i suggerimenti di Colomba. Io personalmente, pur avendo un po’ di esperienza non riesco ad individuare il problema”.
Sabato c’è il Torino un altro incontro molto difficile. Neanche il calendario in questo periodo vi da una mano?

“Non dobbiamo assolutamente guardare al calendario. In B tutte le partite sono difficili. Da questo momento, dobbiamo giocare tutte le gare come fossero finali, cercando di conquistare più punti possibili al giro di boa”.

Un primo bilancio su questa tua avventura in maglia biancoverde?

“Onestamente non sono molto soddisfatto, ma sono anche consapevole di aver messo tanto impegno…oltre alla faccia”.
Ritieni che la classifica rispecchi il vero valore di questa squadra, oppure per quello che avete dimostrato fino ad oggi avreste meritato qualche punto in più?

“Forse avremo meritato qualcosa in più.” Allegretti smonta qualsiasi polemica sulle direzioni arbitrali: “Se stiamo a pensare agli errori arbitrali non ci salviamo più”.

E’ arrivato Fedele che impressione vi ha fatto?

“E’ un uomo di calcio e di provata esperienza. Speriamo, che possa darci una mano ad uscire da questo momento negativo”.
(di Sabino Giannattasio)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.