Air – Stefano Maioli: “Avellino è una grande chance”

0
12

Air – Lo scorso anno era a Ferrara sotto la guida di coach Dal Monte. Nella stessa squadra giocavano anche Silvere Bryan e Lamar Brent Darby oggi ad Avellino. Lui è Stefano Maioli giovane prodotto della Bipop Reggio Emilia, che dopo tanta gavetta (C1 con la Coopsette Castelnovo) ed un po’ di sfortuna può finalmente coronare il sogno di giocare in lega A con la maglia biancoverde. L’anno scorso ha aiutato il Club Ferrara a disputare una stagione indimenticabile, nonostante sia partita in ritardo per via di un infortunio al ginocchio. Dal punto di vista tecnico è un 4/5 che occupa bene l’area e che è dotato di un buon tiro dalla distanza. Ad Avellino dovrà cercare di dare il massimo per guadagnarsi lo spazio che merita. In lui crede ciecamente Sanfilippo: “E’ nostra intenzione puntare su questo ragazzo perché siamo consapevoli e convinti delle sue qualità tecniche”.
Allora Stefano, contento di aver scelto Avellino?
“Contentissimo. Qui in Irpinia ho davvero una grande opportunità. Cercherò di dare il massimo. Durante gli allenamenti dovrò dimostrare il mio valore, cercando di guadagnarmi la fiducia dell’allenatore, ed essere pronto la domenica quando scenderò sul parquet. Sono consapevole del mio ruolo, so che non avrò molto spazio, ma l’importante è far parte di questo gruppo”.
Dopo dieci giorni di preparazione quali sono le tue impressioni sulla società, sullo staff tecnico e su i tuoi nuovi compagni di avventura?
“La Scandone mi sembra davvero una società molto seria ed organizzata, con persone molto competenti. Parlo sia dello staff tecnico che dirigenziale. Queste sono delle sensazioni iniziali, che spero potrò confermare nei prossimi mesi. La squadra è formata da un ottimo gruppo di giocatori, nonostante la grande presenza di americani, tutti però di grande spessore”.
Ad Avellino ritroverai due tuoi ex compagni di squadra a Ferrara, Darby e Bryan. Potranno essere utili alla causa biancoverde?
“Come me e Zanelli i due colored provengono dalla legadue e sono molto motivati ad affrontare questo campionato di serie A. Darby è la classica point-guard americana con tanti punti nelle mani. Bryant offre atleticità e prestanza fisica. Un intimidatore per gli attaccanti che cercheranno le penetrazioni”.
Cosa pensi di coach Boniciolli?
“È un coach di esperienza dalla grande etica lavorativa. Sa quello che vuole, sa come motivare la squadra”.
In quest’inizio di preparazione il coach vi sta facendo sudare tanto, in particolare in difesa. Perché?
“In una lega così difficile come il nostro campionato è molto importante avere un gioco organizzato, non solo in attacco ma anche in difesa. Noi dovremmo essere molto bravi a vincere le partite in difesa”.
Palazzetto sempre pieno durante gli allenamenti, te lo aspettavi?
“È davvero incredibile. In tanti anni che gioco non ho mai visto tanto calore da parte dei tifosi. Sentire gli applausi del pubblico a fine dell’allenamento è fantastico. Non vedo l’ora che inizi il campionato per vedere il palazzetto pieno. Non posso negarlo, il calore dei tifosi irpini sarà una spinta per dare il massimo e fare sempre meglio”.
Tutto questo è Stefano Maioli, ragazzo umile giunto in Irpinia per dare il massimo e togliersi qualche soddisfazioni.(di Giovanni La Rosa)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here