Agguato al Verona, la Curva Sud reagisce: “Solo bugie”

1
2

Sui fatti che hanno infiammato il pre partita della sfida Avellino-Verona (gara vinta dai lupi) e sulla coda velenosa delle parole proferite dall’attaccante gialloblù Luca Toni in sala stampa al Partenio, si registra la ferma presa di posizione del Direttivo Curva Sud che in una nota chiarisce:

Abbiamo fatto parlare tutti: dai finti moralisti sui social alle televisioni nazionali.

Crediamo sia giusto intervenire e far sentire la nostra voce.

Si sta facendo tutto questo chiasso per un vetro rotto.

Siamo stanchi di sentire bugie e menzogne da parte del sig. Toni e degli altri occupanti dell’auto.

E prima di spiegare nel dettaglio l’accaduto, ci preme ricordare che dinanzi a quella rotonda son passati il bus del calcio Verona e la terna arbitrale senza subire alcun tipo di intimidazione.

Venendo invece a quella che molti han definito vile aggressione, bisogna analizzare bene alcune cose.

La prima è che risulta impossibile aggredire qualcuno in 30 secondi, soprattutto se quel qualcuno appena vede avvicinarsi delle persone alla sua auto, fa una repentina manovra e parte di gran carriera rischiando anche di investire qualche malcapitato.

Siccome ci piace dirla tutta, ci sentiamo di condannare un solo gesto e cioè il lancio dell’oggetto che ha frantumato il vetro.

Tutto il resto detto dai 4/5 presuntuosi che con sciarpe gialloblu al collo tentano di sfidare una città a loro nemica, è solo un concentrato di bugie e menzogne.

L’idea del sig. Toni di tirare in ballo l’operato dei vigili urbani fa alquanto sorridere: i vigili nulla hanno visto e non sono intervenuti solo perché non vi è stata alcuna aggressione ma solo una fuga repentina alla rotonda dell’auto del sig. Setti ed il conseguente lancio dell’oggetto (da noi condannato) che ha mandato in frantumi il vetro.

Questa vicenda ci ha letteralmente nauseati.

Siamo stanchi di questi personaggi che si fanno pubblicità a discapito degli ultras!

1 COMMENT

Comments are closed.