Addio a La Penna, latinista di fama internazionale con l’Irpinia nel cuore

0
1419
Antonio_La_Penna

BISACCIA- L’Irpinia piange la scomparsa di Antonio La Penna. Uno dei più autorevoli studiosi della letteratura latina.

Il filologo nato a Bisaccia il 9 gennaio 1925, da anni ormai era titolare della cattedra di Letteratura Latina. Come viene ricostruito dalle documentazioni ufficiali, La Penna dopo gli studi universitari alla Scuola Normale Superiore di Pisa (1941-45), è stato borsista a Parigi (1947), lettore di italiano a Rennes (1949-50). Docente per cinque anni nei licei, ha poi insegnato nelle università di Firenze (1955-63) e Pisa (1963-67), quindi ancora a Firenze, dov’è attualmente era titolare della cattedra di Letteratura latina.

Dal 1964 ha l’incarico di Filologia latina alla Scuola Normale Superiore di Pisa. Ha ricevuto nel 1987 il premio Antonio Feltrinelli per la storia e critica della letteratura. Nel maggio del 2010 gli fu conferita proprio nella sua terra di nascita, a Bisaccia, la cittadinanza onoraria.

Scrive sul suo rapporto con l’Irpinia Stefano Grazzini, uno studioso molto legato alla figura di La Penna: “La Penna ha vissuto portando dentro a sé il ricordo struggente e lacerante dell’Irpinia, che è spesso presente nella sua poesia, in passi segnati da un realismo tragico che è la cifra della sua visione della vita, un’umoralità nera, come l’ha definita Romano Luperini, le cui cause, almeno in parte, si possono ben facilmente intuire”.