Actionaid Avellino: il Mondo chiama, l’Irpinia risponde!

Actionaid Avellino: il Mondo chiama, l’Irpinia risponde!

22 Maggio 2015

Aiutare i bambini dei paesi sottosviluppati, Actionaid in Irpinia ha il volto di Francesco Rodia e prepara nuove iniziative.

Grazie al suo attivismo il nome di Actionaid è diventato familiare anche in Irpinia.

Francesco Rodia, infatti, da due anni a questa parte ha affiancato il suo impegno di adottante a distanza con quello di organizzatore di eventi e manifestazioni per raccogliere fondi per le iniziative della onlus che si occupa anche di progetti nel Terzo Mondo.

Ha coinvolto anche l’azienda per cui lavora, Expert Parente, che è diventata sponsor di alcune importanti manifestazioni aiutando, di conseguenza, la raccolta fondi in favore di Actionaid.

“La mia storia con Actionaid – spiega Rodia che è Direttore della filiale di Avellino di Expert Parente – inizia due anni fa in un punto vendita della grande distribuzione. Una persona mi spiega cosa fa Actionaid e io decido di adottare a distanza tre bambini: uno nello Zimbabwe, uno in Nigeria e uno in Pakistan. Con il tempo, via via che il rapporto con questi bambini si intensificava, decidevo di impegnarmi per divulgare a livello provinciale la gioia di poter aiutare questi bambini nel loro paese e di poter dare una mano a iniziative concrete come creare pozzi o insegnare a coltivare l’orto in posti dove manca questa cultura”.

Ci sono posti, infatti, dove gli ingegneri di Actionaid hanno il compito di individuare le falde acquifere e costruire le pompe che portano l’acqua in superficie; a quel punto vengono coinvolte le donne cui si insegna a coltivare l’orto e si donano le sementi necessarie.

A quel punto non serve più molto altro, la natura fertile di quei suoli non sfruttati industrialmente e il clima favorevole, aiutano madre Terra a donare il necessario a queste popolazioni che vivono semplicemente.

“E sono più felici di noi! – commenta Rodia – Noi che siamo vittime di desideri imposti dai maghi del neuro-marketing e che passiamo da un desiderio all’altro, senza mai essere veramente appagati e perdendo di vista le cose essenziali come parlare con un amico, stare con la famiglia, godere della natura… Ho coinvolto l’azienda per cui lavoro che ha fornito i premi e le sponsorizzazioni per eventi importanti come Castellarte, Tarantella for Africa, Sport Days, Fiano Festival dove abbiamo portato a termine circa 120 adozioni a distanza e raccolto oltre 10.000 euro che le manifestazioni medesime hanno bonificato a Actionaid per sostenere progetti come Azernet che ha scavato dei pozzi d’acqua o creando le condizioni per far frequentare la scuola a questi piccini”.

In programma per il 2015 una iniziativa “long seller” per così dire, in collaborazione con il CSV Centro Servizi per il Volontariato che riguarda sempre la lotteria con i premi offerti da Expert Parente e il ricavato destinato ad Actionaid.

“Abbiamo creato questa sinergia con il CSV – dice Rodia – per una lotteria che durerà fino a dicembre e cui si può partecipare acquistando i tagliandi presso tutte le associazioni che fanno capo al Centro Servizi per il Volontariato che ha la sua sede a Corso Europa e che sono disseminate in tutto il territorio. Stiamo preparando un evento estivo, inoltre, che coinvolgerà il Borgo di Castelvetere sul Calore e che sarà dedicato a due personaggi amatissimi. Per adesso non posso svelare molto di più per non togliere la sorpresa al pubblico ma posso anticipare che ci sarà tante musica, artisti di strada, libri, teatro e tanto altro. Tutto sempre in nome della solidarietà, una cosa carica di emozione che salva innanzitutto la vita di chi dona; una regola di Actionaid è che si può andare a lavorare nei posti dove sono i bambini che si sono adottati a distanza ma che loro non potranno mai venire qui. E’ un modo di tutelarli rispetto all’esposizione ad un modello di vita che non è il loro, che non gli appartiene e che sostanzialmente non gli è utile conoscere. Quello che serve, invece, è che imparino a creare le condizioni per una vita dignitosa e autosufficiente che consenta a loro e alle famiglie di conservare le proprie tradizioni, le radici e immaginare un futuro migliore”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.