Acquistavano cocaina a Napoli per poi venderla sulla piazza irpina: operazione anti-droga all’alba

0
3957

Nelle prime ore della mattinata la Squadra Mobile della Questura di Avellino ha dato esecuzione a un’ordinanza applicativa di misure cautelari emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Avellino su richiesta della Procura della Repubblica a carico di sei persone, in quanto gravemente indiziate allo stato delle indagini preliminari, dei reati di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente, nello specifico di cocaina.

Il G.i.p. ha disposto per due indagati la misura coercitiva della custodia in carcere, mentre per tre di essi ha applicato la misura degli arresti domiciliari e, per uno solo, la misura coercitiva dell’obbligo di firma.

L’attività di indagine è iniziata nel mese di novembre 2020 quando uno dei soggetti destinatari della misura custodiale è stato trovato in possesso di circa 9 grammi di cocaina suddivisa in bustine mentre usciva da un residence di Atripalda. L’appartamento in questione era in locazione a un altro degli indagati, anch’egli, dopo pochi giorni, tratto in arresto per detenzione a fini di cessione di vari quantitativi di cocaina.

Sono state svolte mirate attività tecniche finalizzate ad accertare ruoli, canali di rifornimento, luoghi e modalità di smercio della droga. Gli inquirenti sono così giunti ad acclarare che una coppia di Avellino, più volte a settimana, si recava in provincia di Napoli per acquistare la cocaina per poi venderla sulla piazza irpina direttamente o attraverso altri soggetti, questi ultimi con il ruolo di spacciatori al dettaglio.

Nel corso delle indagini venivano effettuati plurimi sequestri della sostanza stupefacente, che permettevano di supportare il quadro indiziario.