Acqua, Lenzi: ci sara’ una fase critica nei prossimi mesi, pronte autobotti e manutenzione reti

0
1082
antonello_lenzi

AVELLINO- “E’necessario che ci sia la consapevolezza da parte di tutti: utenti, popolazione, cittadini e sindaci di una fase critica che sicuramente attraverseremo nei prossimi mesi”. Antonio Lenzi, amministratore unico di Alto Calore non nasconde le criticita’ che da qui ai prossimi mesi, anche in ragione del caldo record previsto, si annunciano sul fronte dell’approvigionamento idrico. Una situazione che non e’ sfuggita al prefetto di Avellino Rosanna Riflesso che ha convocato un tavolo con tutte le parti interessate, a partire dallo stesso amministratore unico di Alto Calore Lenzi, la Regione Campania e la Protezione Civile. Il primo nodo e’ quello del Concordato che vincola sui fondi per la manutenzione delle reti. Lenzi ha rappresentato questa criticita’ e ha anche assicurato che ci sono state gia’ prime iniziative per affrontare l’emergenza. “Per poter affrontare maggiormente queste criticità- ha spiegato Lenzi- il prefetto ha ritenuto opportuno riconvocare un tavolo anche con i commissari giudiziari. Perché siano rimossi eventuali vincoli all’operativita’ della società rispetto alle manutenzioni straordinarie. Se non si fanno le manutenzioni straordinarie la rete idrica soffre di piu’. Soffrendo di piu’ la rete idrica, in combinato disposto con l’emergenza che si profila dal punto di vista meteo, chiaramente per le popolazioni ci possono essere dei disagi”. L’Alto Calore ha gia” pronto un piano di emergenza:
“Noi abbiamo rassicurato pero’ sul fatto che abbiamo  gia’ allestito un sistema di pronto intervento con autobotti- ha rassicurato Lenzi- Abbiamo contrattualizzato una ditta, che ci mette a disposizione delle autobotti. Quindi, nell’arco delle 48 ore, quando si protraesse la situazione dell’emergenza idrica noi ragg iungiamo tutti i comuni e attiviamo il servizio sostitutivo. Questo potrebbe non essere sufficiente e quindi il prefetto ha sollecitato la Protezione Civile, la Regione e altre autorita’ a poterci dare un eventuale supporto ove fosse necessario. Quindi ci siamo aggiornati”