Accusati di spaccio di stupefacenti: assolti i tre imputati di Montella

0
8

“Il fatto non sussiste”: si è conclusa così, innanzi al Tribunale di Avellino e davanti al collegio composto dai giudici Matarazzo, Calabrese e Lezzi, la lunga vicenda giudiziaria che ha coinvolto, tra gli altri, Tommaso Boccia, Raffaele Gramaglia e Giuseppe Passaro, tutti di Montella ed assistiti dall’avvocato Felice Pizza.

I tre erano imputati di spaccio di grandi quantità di sostanze stupefacenti e posti per diversi mesi sotto l’obbligo di dimora (6 mesi Gramaglia e Passaro, 22 giorni Boccia), ma, come emerso in corso di dibattimento, il fatto non sussisteva.

Oggi, tramite il proprio legale, i tre hanno presentato istanza per il risarcimento da ingiusta detenzione, che la Corte di Appello di Napoli – si augura l’avvocato Pizza – “dovrebbe decidere in maniera che si auspica favorevole, così da rendergli, finalmente, giustizia”.