Accoltellato per un passaggio negato, Naccarelli resta in carcere

0
3129

Claudio Naccarelli resta in carcere. Questa le decisione del Gip del Tribunale di Avellino Paolo Cassano all’esito dell’interrogatorio di convalida dell’arresto celebrato in mattinata presso il carcere di Bellizzi Irpino. Il giovane, assistito dall’avvocato Alfonso Maria Chieffo ha risposto alle domande del magistrato, facendo evidentemente anche riferimento ad una reazione per legittima difesa che lo aveva portato a colpire Alberto Caliano con il coltello.

Una esimente della legittima difesa che non è stata accordata dal magistrato, che convalidando l’arresto eseguito dai Carabinieri della Compagnia di Avellino ha evidenziato come il quarantasettenne, dimesso oggi dal Moscati, fosse disarmato e che non è stata precisata l’arma a cui avrebbe fatto riferimento l’indagato. Confermati invece i futili motivi, ovvero che tutta la lite nel Parco delle Acacie sfociata nell’accoltellamento sia stata causata dal rifiuto di un passaggio a casa a Naccarelli da parte di Caliano. Molto probabile che la difesa andrà al Riesame.