Serino, abuso d’ufficio: assolti ex sindaco e amministratori

0
55
Tribunale Avellino

Il gup (giudice dell’udienza preliminare) presso il tribunale di Avellino, Marcello Rotondi, ha disposto la sentenza di non luogo a procedere per l’ex sindaco di Serino e altri cinque imputati, accusati di concorso in abuso d’ufficio. Niente processo, insomma, e accuse cadute.

Al centro dell’inchiesta, c’erano l’affidamento di alcuni lavori urbanistici da parte del Comune, del valore complessivo di oltre 60mila euro, per realizzare delle rotatorie. Per gli inquirenti, l’importo dei singoli lavori era stato tenuto artificiosamente sotto i 40mila euro per permettere l’affidamento diretto a una stessa ditta del beneventano.

La legge prevede infatti che, oltre certi importi, l’affidamento di appalti pubblici vada deciso con un bando pubblico, mentre sotto certe soglie e ad alcune condizioni, le amministrazioni comunali hanno la possibilità di ricorrere all’affidamento diretto.

Gli imputati erano difesi dagli avvocati Fabio Tulimiero, Alberico Villani e Nello Pizza. Con la sentenza di non luogo a procedere, le accuse sono cadute senza dover sostenere il processo. Gli amministratori, oltre alle condanne penali, rischiavano anche pene accessorie come l’interdizione dai pubblici uffici.