A Napoli la prima Winter School della Fondazione Mezzogiorno Europa

0
6

Napoli – Prenderà il via il 15 dicembre la prima Winter School di formazione politica “Una nuova classe politica per il Mezzogiorno” organizzata dalla Fondazione Mezzogiorno Europa (www.mezzogiornoeuropa.it ), il think tank che raccoglie l’eredità politico culturale e il bagaglio di esperienze e competenze del “Centro Mezzogiorno Europa” fondato nel 1999 dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. La Winter School, che si concluderà il 17 dicembre e si svolgerà a Napoli nelle sale dell’Hotel San Germano, sarà una scuola di formazione politica che coinvolgerà studenti universitari, dirigenti politici, amministratori in una esperienza di analisi e formazione sui problemi del Mezzogiorno, con la partecipazione di esponenti di Governo, di deputati europei, di docenti universitari e dei funzionari italiani che lavorano nelle istituzioni comunitarie. “Per assolvere ad un ruolo di stimolo, analisi, proposta – dichiara il Presidente della Fondazione Mezzogiorno Europa Andrea Geremicca – sulle principali questioni che attengono al futuro del Mezzogiorno nella cornice comunitaria e mediterranea, la Fondazione Mezzogiorno Europa si è data come priorità l’obiettivo di contribuire alla formazione di una nuova classe dirigente intellettuale, politica e amministrativa dal profilo europeista e meridionalista. Questo, anche attraverso una scuola di formazione politica, che coinvolgerà studenti universitari, ricercatori, dirigenti politici, amministratori, giovani imprenditori, per scambiare esperienze, punti di vista, competenze, con la partecipazione di esponenti di Governo, di esperti, di personalità accademiche, di rappresentanti del mondo economico politico e istituzionale”. La scuola, strutturata in workshop, analizzerà i modelli di integrazione, innovazione e sviluppo utili ad aumentare la competitività e a rilanciare le nuove politiche per il Mezzogiorno nel quadro strategico euromediterraneo. A discuterne con i cento cinquanta partecipanti alla scuola saranno alcuni dei protagonisti delle istituzioni nel corso della tre giorni, tra gli altri, è prevista la partecipazione degli eurodeputati: Alfonso Andria, Gianni Pittella, Pasqualina Napoletano e Nicola Zingaretti; del Presidente della Regione Campania Antonio Bassolino, del Ministro per lo sviluppo economico Pier Luigi Bersani, del Sottosegretario di Stato per lo sviluppo economico Filippo Bubbico, del Presidente della Commissione Affari Esteri della Camera dei Deputati Umberto Ranieri, del Presidente della Commissione Attività Produttive della Camera dei Deputati Daniele Capezzone e del Ministro all’Innovazione e alla Funzione Pubblica Luigi Nicolais e del Direttore generale dell’ABI Giuseppe Zadra.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here