Rifiuti speciali, sequestrato capannone ad Apice

0
67

I Carabinieri della Stazione di Apice, unitamente a quelli del Nucleo Operativo Ecologico di Napoli, nell’ambito delle attività di contrasto ai reati ambientali predisposte dal Comando Provinciale Carabinieri di Benevento,  hanno eseguito un servizio congiunto procedendo al controllo di un’azienda operante nel settore della componentistica per automotoveicoli, al fine di verificare il  rispetto delle normative di settore.

A seguito dei controlli, in un capannone, è stato rinvenuto un numeroso quantitativo di  organi e componenti meccanici e non meccanici per automotoveicoli, provenienti verosimilmente da operazioni di demolizione e smontaggio. Analogamente, nelle aree esterne recintate e pertinenti il suddetto capannone, sono stati rinvenuti alcuni autoveicoli parzialmente smantellati di alcune loro parti, nonché un consistente quantitativo di rifiuti speciali classificabili pericolosi e non pericolosi e consistenti in pneumatici fuori uso, finestrini e lunotti in cristallo, organi di trasmissione, parafanghi, cerchioni in lega, radiatori, marmitte, guaine meccaniche e componentistica elettrica ed elettronica, per i quali non è stata reperita alcuna forma di documentazione idonea a dimostrarne la raccolta, lo stoccaggio  e l’acquisto per la successiva commercializzazione all’interno dell’azienda.

Al termine delle attività di verifica il capannone con le sue aree esterne per un’estensione di circa 7.100 mq, nonché tutto il materiale e le attrezzature rinvenute, per un valore cumulativo di € 300.000,00 circa, sono stati sequestrati in via preventiva, mentre a carico del responsabile dell’opificio è stata inoltrata apposita comunicazione all’Autorità Giudiziaria.