Volturara – Sarno:”Regione riconosca stato calamità”

0
3

“In seguito all’alluvione del 1° settembre che ha duramente colpito Volturara Irpina, mi preme ringraziare quanti – istituzioni, associazioni, volontari e semplici cittadini, carabinieri, Vigili del fuoco, Guardie forestali e personale della Comunità montana Terminio-Cervialto – sono stati al nostro fianco per mitigare i danni subiti dai privati”. Così l’avvocato Marino Sarno, sindaco del centro irpino, commenta l’immediata reazione della popolazione che si è ritrovata unita per pulire i locali commerciali e le abitazioni invase dal fango. L’attuale situazione, costantemente monitorata dall’Amministrazione comunale, la Guardia forestale e i tecnici del Genio Civile, resta difficile e complicata: nelle zone montane, infatti, sono saltate tutte le briglie, circa sessanta, ed è venuto meno tutto il tracciato dell’acqua, privando il paese di una sicura difesa a monte. “E’ evidente – aggiunge il sindaco – che tutto questo lavoro di ricostruzione di efficace sistema di difesa è complesso e richiede ingenti investimenti. Mentre Regione Campania e Genio Civile hanno avviato un’azione complessiva di salvaguardia del territorio volturarese, ho sollecitato interventi urgenti per una messa in sicurezza provvisoria dell’area, in modo da mitigare eventuali rischi nell’attesa che venga completato un intervento più organico di tutela idrogeologica”. Intanto l’Amministrazione comunale si è impegnata, con risorse proprie, nella ricostruzione del ponte di Piazza Roma, divelto durante l’alluvione del 1° settembre. “Siamo in attesa – continua il sindaco – di conoscere se la Regione Campania intende dichiarare lo stato di calamità naturale per Volturara e per gli altri centri alluvionati. Credo che sia un passaggio necessario, in quanto molti privati e aziende che hanno riportato danni durante l’alluvione del 2007 non sono stati mai risarciti”. Va sottolineato, inoltre, che mentre l’evento di 7 anni fa ha colpito il territorio a valle, quest’anno ha pesantemente inciso nella zona montana che incombe su Volturara, rendendo più vulnerabile il paese. “Ancora una volta – conclude il primo cittadino volturarese – Volturara ha dimostrato compatta un grande senso di comunità. La nostra attenzione, come Amministrazione comunale, è rivolta a loro e non certo a chi, anche in queste occasioni drammatiche, cerca con inutili polemiche di fare una politica fine a se stessa e non rivolta alla salvaguardia del bene comune”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here